Intervento di Federalimentare a ''Cibus''

Federalimentare presenta insieme a Fiere di Parma Cibus 2010
Gian Domenico Auricchio:
“L’Industria Alimentare Italiana in Fiera per far conoscere al mondo le nostre eccellenze alimentari”

E’ ormai tradizione per Federalimentare organizzare, durante gli anni pari, proprio a Cibus, la propria Assemblea Annuale.
Il tema centrale quest’anno sarà il “Fattore Export, tra tradizione, qualità e internazionalizzazione”.
E’ vero infatti che l’Industria Alimentare ha reagito molto meglio degli altri settori dell’economia nazionale alla crisi (a fronte di un fatturato Industria Paese del – 5,1% quello dell’ Industria Alimentare è rimasto invariato rispetto al 2009) grazie alle sue note doti anticicliche e alla caparbietà e tenacia dei suoi imprenditori, ma è altresì vero che in assenza di misure efficaci, ad esempio un rinnovato impegno alla lotta ai fenomeni dell’italian sounding e della contraffazione, sarà difficile continuare a competere con i Paesi concorrenti.
Per affrontare queste problematiche Federalimentare ha invitato alla Assemblea che si terrà il 10 maggio alle ore 14:00 presso la Sala dei 300, ospiti di rilievo nazionale ed internazionale:
Innanzitutto i nostri interlocutori istituzionali: il Ministro della Salute Ferruccio Fazio, poi il Direttore Generale di Confindustria Giampaolo Galli in rappresentanza del mondo al quale la Federazione appartiene.
Parteciperanno inoltre il Presidente dell’ICE Umberto Vattani ed il Presidente della Confederazione delle Industrie Agroalimentari dell’Unione Europea Jesùs Serafìn Pérez.

Federalimentare è co-proprietaria, insieme a Fiere di Parma, del marchio Cibus ed è con orgoglio che presenta oggi a Milano la 15° edizione del salone internazionale dell’alimentazione.
Se l’alimentare infatti rappresenta il fiore all’occhiello del Made in Italy nel mondo, Cibus costituisce la vetrina ideale per esporre e far conoscere al meglio le eccellenze dell’Industria Alimentare.
“Le Fiere” sostiene Gian Domenico Auricchio, Presidente di Federalimentare “sono uno strumento fondamentale per la promozione dei nostri prodotti, oggi più che mai destinati e richiesti dai consumatori di tutto il mondo. Specialmente in un momento delicato a causa della difficile congiuntura internazionale, occorre puntare sull’export e sull’internazionalizzazione per il rilancio e la crescita di un settore, quello dell’industria alimentare, che rappresenta il secondo comparto produttivo del Paese con 120 miliardi di fatturato di cui quasi 20 costituiti dalle esportazioni. Occorre tuttavia”, conclude Auricchio, “esportare, insieme ai prodotti, allo scopo di valorizzarne la bontà e l’unicità, la nostra cultura alimentare e per ottenere questo risultato le Fiere e Cibus in primis, costituiscono un’occasione unica e irripetibile per le nostre imprese, che hanno così l’opportunità di far toccare con mano i propri prodotti ai buyers provenienti da tutto il mondo”.

ufficio stampa
Giovanni Miraldi
Cel 347 9001366
e-mail: miraldi@federalimentare.it