Iniziative per la valorizzazione della Valmastallone

Incubatoio, sculture di Valle e comunicazione: gli esiti dell'accordo di programma per la valorizzazione della Valmastallone.

Presentati venerdì 12aprile 2013 in Comunità Montana a Varallo i risultati dell’accordo di programma tra Regione Piemonte, Provincia di Vercelli, Comune di Fobello, Comunità Montana Valsesia e Consorzio Intercomunale Valmastallone Valsesia per il finanziamento di interventi nell’ambito del progetto di promozione della certificazione ambientale UNI EN ISO 14001 della Valmastallone.

“L’accordo di programma ha portato in Valmastallone circa 140.000 euro, in quota parte da Regione Piemonte (100mila euro), Provincia di Vercelli (30mila) e Comunità Montana Valsesia (10mila) – ha spiegato Gianluigi Locatelli, sindaco di Fobello e vicepresidente del Consorzio Valmastallone – La somma è stata utilizzata valorizzare e promuovere la certificazione ambientale UNI EN ISO 14001 della Valmastallone, prima valle in Italia ad ottenere tale riconoscimento, e nello specifico ha riguardato per tre tipologie di interventi. La realizzazione, a Fobello, di un incubatoio per le uova di trota che si attiverà a breve, non appena ottenuto il placet dall’Unione Europea; la progettazione e il posizionamento di sculture rappresentative della nostra valle: una, generale, che rappresenta il Ponte della Gula, che verrà installata prima della frazione Bocciolaro di Cravagliana, e altre 5, una per ogni comune della valle, che verranno posizionate all’ingresso del territorio comunale. Il finanziamento ci ha permesso inoltre di attivare alcune attività di comunicazione e di promozione esterna, che si sono concretizzate nella realizzazione di un marchio di valle, utilizzato come biglietto da visita grafico che riprende le peculiarità della Valmastallone, il fiume, il ponte della Gula e il verde della natura, che verrà anche messo a disposizione delle aziende per inserimento nella loro comunicazione, la predisposizione di nuove brochures più divulgative e manabili, che verranno distribuite anche agli esercenti locali con pratici espositorini dedicati, e l’organizzazione di in due educational che in due weekend, a settembre 2011 e aprile 2012, hanno portato 11 giornalisti di testate nazionali a conoscere le bellezze della nostra valle realizzando poi altrettanti servizi pubblicati su riviste e rubriche web e cartacee. In ultimo è stata realizzata un’attività di ufficio stampa divulgativa che ha portato ad ottenere un’altra trentina di segnalazioni, tra le quali Tuttomilano, inserto del Corriere della Sera, Tg3 Piemonte, Caravan & Camper, Moto On The Road. Possiamo dire che nonostante le difficoltà in questi anni abbiamo tenuto duro, e lavorato con tenacia e umiltà per portare a termine il progetto e questo sforzo ci ha permesso di ottenere dei risultati a mio avviso importanti, a beneficio di tutta la valle”.

“Uno sforzo, quello del Consorzio, – ha spiegato Pierangelo Carrara, presidente della Comunità Montana Valsesia, che testimonia la difficoltà che stanno attraversando le zone montane e soprattutto le valli laterali, come la Valmastallone, e la necessità di fare rete e sistema per stare a galla e ripartire. La nostra valle sta cercando comunque di rimanere unita, come dimostra anche la prossima nascita dell’Unione dei Comuni”.

Un auspicio condiviso anche da Paolo Tiramani, consigliere regionale valsesiano, che ha sottolineato il valore degli sforzi profusi dalle istituzioni nel territorio, sollecitando nel contempo “anche gli operatori turistici a fare la loro parte”.

“Dulcis in fundo – conclude Locatelli – chiuderemo in bellezza i lavori con una manifestazione in piazza a Fobello domenica prossima, 21 aprile, che animerà il paese con una mostra mercato di produttori locali, un laboratorio e una visita guidata tra le bellezze del paese.”

Per info:
Alessia Zacchei – alessia.zacchei@gmail.com