Inizia il tour della ''Primavera del Prosecco''

La Primavera del Prosecco partirà il 4 marzo per terminare, dopo 3 mesi di degustazioni attraverso 15 Mostre del Vino che si passeranno il testimone sulle colline di Conegliano e Valdobbiadene, il 4 giugno.
Il protagonista assoluto ma non unico — del circuito enoturistico sarà uno dei vini italiani più amati e conosciuti nel Belpaese e nel mondo.
Il 'Prosecco Doc di Conegliano-valdobbiadene" del resto ha mantenuto anche nel 2005 un alto livello di mercato e di penetrazione, anche a detta degli economisti, proprio perché la morfologia della zona dell'alta collina trevigiane è davvero unica nel suo genere e quindi inimitabile come lo sono le caratteristiche del Prosecco Doc che solo qui si produce a dispetto dei tanti generici "Prosecco" che si possono reperire sul mercato. Infatti, grazie alla barriera montuosa delle prealpi, un vero e proprio cordone protettivo, le colline dell'Altamarca possono godere di caratteristiche climatiche non replicabili altrove: primavere tiepide, estati meno calde che in pianura, autunni caldi ed inverni non tanto freddi. A questa unicità si sommano quelle dei suoli, delle precipitazioni, degli sbalzi termici, oltre alla storia, la cultura, e la presenza di centri di ricerca prestigiosi come la Scuola Enologica di Conegliano, la più antica in Italia che ha contribuito ha creare un' enologia di altissimo livello.
Forte di queste sue peculiarità "Primavera del Prosecco" porterà i suoi prodotti ed il suo territorio in ben 30 Fiere italiane ed internazionali in cui l'evento sarà promosso in collaborazione con il Consorzio di Promozione turistica "Marca Treviso": tra le prime la Bit di Milano, la Cbr di Monaco, principale fiera del settore in Germania (mercato di riferimento per il turismo e l'enologia locale) dove si terrà la conferenza stampa di presentazione il 18 marzo, ai mass-media tedeschi.
Sabato 25 febbraio è stata presentata ufficialmente la nuova stagione delle 15 Mostre del Vino dell'Altamarca con "Sipario alla Primavera del Prosecco 2006", nella splendida cornice del castello medievale di Castelbrando a Cison (Tv), dove, oltre alla presentazione delle rassegne, dei vini e dei prodotti tipici, si terrà una tavola rotonda: momento ed occasione di formazione per operatori, studenti, addetti alla ristorazione e all'ospitalità, amministratori, enti ed associazioni che operano nel turismo. Nuove idee e spunti per dibattere e riflettere per realizzare al meglio un enoturismo ed un'accoglienza di qualità. Si partirà da esperienze e dalle indicazioni forniti da esperti di Strade del Vino italiane, giornalisti e addetti ai lavori. Il compito di coordinare sarà della giornalista Jole Piscolla. Sarà questo un momento di formazione rivolto anche agli studenti dell'ultimo anno degli istituti turistici, enologici e alberghieri del territorio: un contributo che "Primavera del Prosecco" vuole dare alla preparazione e alla crescita culturale e professionale di quelli che domani saranno gli operatori del territorio, ma anche un modo per rinsaldare i legami tra cultura enoica territoriale e le nuove generazioni. Del resto il mondo della scuola sarà protagonista anche di un concorso artistico- letterario – "Sguardi sul territorio" – che premierà le migliori opere dedicate al mondo del vino dagli studenti delle scuole medie locali, mentre gli alunni degli istituti superiori cureranno, all'interno delle singole Mostre, speciali momenti di degustazione di vini e piatti tipici, e di accoglienza turistica. "Sipario" aprirà ufficialmente la stagione delle 15 Mostre del vino – la prima sarà quella del Prosecco Doc di Vidor e Colbertaldo – all'interno delle quali ci sarà largo spazio anche per l'enogastronomia a cui verranno dedicati appuntamenti, serate, laboratori del gusto – in collaborazione con Slow Food Veneto – alla scoperta delle mille eccellenze di questo lembo settentrionale della Marca trevigiane. Si ricorda che per visitare le mostre non si paga nessun biglietto d'entrata perché la mostra di solito è nella piazza del paese o dentro una struttura in posizione centrale; il costo per le degustazioni parte da un minimo di 1 euro per il Prosecco Doc fino a 2,50 euro per il Prosecco di Valdobbiadene Superiore di Cartizze. Gli orari sono flessibili a seconda delle singole Mostre: molte, durante la settimana, aprono nel solo pomeriggio dalle 16.00 alle 24.00 mentre quelle di S. Stefano, S.giovanni, S. Pietro di Barbozza sono aperte dalle 10.00 alle 24.00. Tutte, al sabato e la domenica, sono aperte con orario continuato dalle 10 alle 24.

Weblink: www.primaveraprosecco.it/