Influenza aviaria: l'Europa corre ai ripari. Confinato il pollame

In Europa molti Paesi hanno deciso di introdurre misure precauzionali per evitare la diffusione dell'influenza aviaria. In meno di una settimana ben quattro membri dell'Unione europea hanno confermato casi di contagi. Tra i primi provvedimenti d'urgenza presi, il confinamento del pollame.
La misura è entrata in vigore sia in Paesi dove sono stati confermati casi di animali infetti come Italia, Austria, Germania e Romania, sia in nazioni che hanno agito a livello preventivo come Norvegia e Svizzera.
La preoccupazione per la diffusione del virus in Europa aumenta, malgrado gli appelli alla calma lanciati dagli esperti. Il divieto di tenere pollame all'aperto non sembra essere sufficiente a convincere i consumatori, in Italia ad esempio c'è stato un calo delle vendite del 70%. L'inquietudine arriva anche dagli uccelli migratori, impossibili da tenere sotto controllo.

Euronews