In Trentino, Mostra della “Nosiola”

Dal 26 marzo al 3 aprile, in Trentino si tiene la Mostra della "Nosiola" che insieme con il Vino Santo, il Rebo e la Grappa Nosiola sono i protagonisti di questo evento in programma a Calavino (Trento), nel suggestivo scenario del Castel Toblino.
Il vitigno autoctono Nosiola è al centro della scena, in un momento il cui l'obiettivo del mondo vinicolo più "colto" è la valorizzazione del patrimonio enologico italiano.
L'ingresso alla mostra è gratuito e gli orari d'apertura sono dalle 10 alle 20.
E' prevista anche una rassegna enogastronomica nei ristoranti del territorio.
Alcune note su questo vino particolare:

Il vitigno Nosiola è l’unico vitigno a frutto bianco autoctono del Trentino, e la sua coltivazione è strettamente legata alla presenza dell’aria del Garda, brezza che tutti i giorni spira da sud verso nord, accarezzando i vigneti della Valle dei Laghi.
Vigneti:
Ubicati a 300-400 metri sul livello del mare.
Esposizione prevalentemente a ovest, sud-ovest.
Il sistema di allevamento è la pergola semplice spezzata trentina con circa 4000 viti per ettaro.
Vinificazione.
Tradizionale vinificazione in bianco con pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata di 16-18 °C.
Caratteristiche organolettiche:
Gradazione alcolica: 12,5% vol.
Colore: giallo paglierino, poco carico con sfumature verdoline.
Profumo: fine e delicato, con tenue sentore di nocciola.
Sapore: secco, piacevolmente fresco, leggermente amarognolo.
Temperatura di servizio: 10-12°C.
E’ un vino da bere giovane.

Info: Comitato della Valle Dei Laghi, tel. 0461 864400,
e-mail: comitatovalledeilaghi@valledeilaghi.it