In Liguria una legge sugli ''Itinerari dei gusti e dei profumi''

“La recente legge approvata dal consiglio regionale sugli itinerari dei gusti e dei profumi di Liguria introduce una nuova misura per il recupero dei centri storici dello spazio rurale ligure che riguarda quegli alloggi diffusi in tutto un centro storico, ma gestiti a fini ricettivi”. Lo ha detto l’assessore alle Politiche abitative della Regione Liguria, Maria Bianca Berruti oggi a margine del consiglio regionale, dopo l’approvazione della legge sugli itinerari dei gusti, dei profumi di Liguria, delle enoteche regionali e a favore della ricettività diffusa. La legge infatti, attraverso l’individuazione di itinerari enogastronomici, vuole valorizzare tutti i settori economici del territorio ligure, sviluppando il concetto di turismo alternativo. “La legge sugli itinerari – spiega l’assessore Berruti – vuole migliorare l’accoglienza turistica e l’immagine della Liguria puntando sul recupero dei borghi storici”.
“Attraverso questa legge – continua l’assessore Berruti – che stanzia un milione e 650 mila euro si vuole contenere il degrado e l’abbandono dei centri storici, realizzando strutture ricettive di piccole dimensioni con un impatto praticamente nullo, attraverso il recupero di fabbricati rurali che in Liguria ammontano a oltre 3.000”.