In Italia rischio di disastro agricolo

È questo l’allarmante monito lanciato da uno dei più importanti quotidiani italiani, Il Sole 24 ore.
Dalla disamina del giornalista, risulta che a causa della mancanza di innovazione e per l’aumento del costo del petrolio, oltre che per il raddoppio del costo del mais, l’Italia rischia di entrare in un vero e proprio vicolo cieco.
Il noto quotidiano analizza dal punto di vista economico alcuni fattori considerati determinanti per il sostegno di questa tesi: principale bersaglio sembra essere il timore per il mais Ogm, quello che, come risulta dalle ultime indagini statistiche, è tra le principali preoccupazioni da parte dei consumatori del nostro Paese.
Dal 1° Ottobre 2007, infatti, è entrata in vigore una direttiva europea che riguarda le fumonisine, tossine di origine fungina che sarebbero causa di tumori all’esofago; la direttiva impone di non mettere in commercio alimenti che come il mais contengono una quantità elevata di queste tossine, e le varietà di mais italiano che supererebbero questa prova sarebbero quelle Ogm.
Si pone inoltre l’accento sulla produzione complessiva di mais in Italia: se le superfici coltivate a mais sono aumentate dell’1,5% (è la prima coltivazione in Italia), la produzione è diminuita del 3,2%. E’ stato calcolato che dal 1999 ad oggi gli agricoltori hanno perso circa il 12% di produzione per mancata innovazione, e nel solo 2007 questa ha provocato mancati proventi per oltre 250 milioni di euro. Inoltre, mentre prima la produzione italiana di mais soddisfaceva il 90% della domanda interna, ora si è scesi all’87%, e le previsioni per il futuro non promettono nulla di buono.
Se nel mondo aumenta la produzione, la richiesta e quindi il costo del mais – questa la tesi finale dell’autore -, in Italia si discute genericamente di Ogm, non si prendono decisioni in merito al problema, non si punta all’innovazione e soprattutto non si cerca di arginare quello che potrebbe diventare un disastro economico. Un ritardo che potrebbe costare caro.

Alessandro Tibaldeschi