In Alto Adige si inaugurano le Settimane della Strada del Vino

Per ben due settimane i 15 comuni vitivinicoli della Strada del Vino dell’Alto Adige diventano per la prima volta teatro di una serie di appuntamenti di alto livello sul vino e tutte le sue declinazioni.
Le Settimane Altoatesine della Strada del Vino offrono un’inedita opportunità: quella di scoprire insoliti accostamenti tra vino, arte, moda, storia, territori, rarità delle migliori annate e, allo stesso tempo, di avventurarsi alla scoperta delle bellezze naturali, architettoniche e gastronomiche della Strada del Vino più antica d’Italia e delle sue splendide località: Nalles, Andriano, Terlano, Bolzano, Appiano, Caldaro, Termeno, Cortaccia, Magrè, Cortina, Salorno, Egna, Ora, Montagna, Vadena. Le Settimane Altoatesine della Strada del Vino 2007 prendono avvio con l’apertura della storica Mostra dei Vini di Bolzano.
Il programma prosegue ricco di proposte attraenti per gli esperti come per i semplici appassionati, per un’esperienza culturale e ludica allo stesso tempo: la Cavalcata del Vino, la colazione dello spumante, wine & fashion, degustazioni comparate di Lagrein, Caldaro in abito bianco, incontri al vertice tra Gewürztraminer e Brunello di Montalcino, giuria internazionale per l’evento unico in Italia in onore del Pinot Nero, lo “Scoprivino“, seminari, degustazioni, mostre fotografiche, conferenze, ricette culinarie.
Le settimane si concludono con la speciale Notte delle Cantine: 40 cantine aperte fino a tarda ora con confortevoli servizi navetta per i trasferimenti.
Per informazioni e prenotazioni: Consorzio Turistico Bolzano Vigneti e Dolomiti
tel. 0471. 633488
info@stradadelvino.
Info; Associazione Strada del Vino dell’Alto Adige
tel. 0471. 860659
info@suedtiroler-weinstrasse.it
www.Stradadelvino.info
www.Suedtiroler-weinstrasse.it

Organizzate nelle giornate tra il 3 e il 19 maggio 2007, le Settimane della Strada del Vino hanno come obiettivo quello di presentare come un complesso unitario l’insieme delle diverse componenti che formano l’anima della Strada del Vino più antica d’Italia. 15 Comuni, 9 Aziende di Promozione Turistica, diverse decine di produttori, oltre 4 mila ettari di vigne: un patrimonio di storia e umanità che dà vita ad alcuni dei vini autoctoni più noti, basti ricordare il Gewürztraminer, bianco aromatico di fama mondiale, il Lagrein, rosso dalla robusta personalità, le varie tipologie di Schiava, il vino storico della produzione bolzanina.
Nata nel 1965 sulla falsariga delle strade del vino tedesche, la “Weinstraße” altoatesina ha, però, una particolarità che la distingue sia dal modello originale sia dalle altre 70 strade del vino italiane: quella cioè di essere una reale strada storica, e non una zona o una valle più o meno ampia e difficilmente identificabile.
La Strada del Vino, insomma, è un vero itinerario geografico, oltre che storico, turistico e culturale, e si snoda su circa 30 km di percorso ininterrotto, dotato in parte anche di una propria specifica segnaletica, chiara e riconoscibile, attualmente in fase di completamento.
Ad aprire le Settimane, sarà l’edizione 2007 della Mostra Vini Bolzano, l’appuntamento pensato per dare modo agli stessi produttori ed enologi di presentare le migliori varietà dell’annata precedente che si svolgerà dal 3 al 5 maggio presso lo storico Castel Mareccio di Bolzano. Assolutamente inedito sarà poi il confronto tra il Gewürztraminer e il Brunello in programma l’11 maggio al Castello Rechtenthal di Termeno: due grandi vitigni apparentemente incompatibili, ma in realtà più affini di quanto si potrebbe immaginare.
Un altro appuntamento da non perdere sarà inoltre costituito dalle Giornate del Pinot Nero del 17 e 18 maggio, mentre gli amanti della buona tavola non potranno mancare di provare l’abbinamento dei vini locali con un’altra specialità tipica della primavera altoatesina: l’asparago di Terlano. In chiusura, infine, durante la ‘Notte delle Cantine’, evento clou della manifestazione, 45 produttori apriranno al pubblico le porte delle proprie aziende, svelando agli appassionati i segreti meglio custoditi della viticoltura locale.
Weblink: www.Suedtirolerweinstrasse.it