Il ''tartufo della Marca'' ha riunito numerosi visitatori

Con un bilancio ben aldilà di ogni più rosea previsione, passa in archivio la 3^ edizione de Le Terre del Tartufo: Festival del tartufo d’autunno e dei prodotti tipici della Marca di Came-rino, una variegata rassegna della durata di due giorni svoltasi a Muccia (MC).
Dedicata al tartufo autunnale ed alle altre prelibatezze della Marca di Camerino, l’attuale edizione della manifestazione si è caratterizzata per una grande mostra rappresentati-va delle più autentiche produzioni del territorio montano e per un intenso programma di eventi collaterali, tra i quali: incontri di studio, degustazioni guidate, dimostrazioni dal vivo della pro-duzione di specialità tradizionali dell’area, confronti con altre realtà territoriali italiane ed euro-pee.
Un successo sotto tutti i punti di vista che ripaga la Comunità Montana di Camerino dell’impegno che da anni dedica alla valorizzazione dell’ambito territoriale di sua competenza ed allo sviluppo di politiche concertative con gli operatori dei comparti turistico, agroalimentare ed artigianale.
I numeri confermano la crescita di questa manifestazione, che ha fatto registrare la par-tecipazione di circa trenta produttori di salumi, formaggi, miele, frutti di bosco, legumi, cereali, funghi, erbe spontanee, dolci e frutta, nonché di manufatti dell’artigianato tradizionale.
Al centro dell’attenzione, ovviamente, il grande “sovrano” di questo lembo d’Appennino: il tartufo! L’evento fieristico, all’interno del quale erano bandite nella maniera più assoluta pre-parazioni contenenti essenze sintetiche, ha visto la partecipazione di una quindicina di cavatori e tartuficoltori della Marca di Camerino, i quali hanno rapidamente esaurito “le scorte” a loro disposizione del prezioso fungo ipogèo.
Nei due giorni di svolgimento della manifestazione, lo spazio congressuale ha ospitato addirittura cinque incontri, incentrati sulle tematiche legate alla valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti. L’agile format del talk show, adottato nell’occasione, ha incontrato il favore del pubblico che ha partecipato numerosissimo a tutti gli appuntamenti programmati. Da regi-strare una presenza d’eccezione, quella della nota giornalista del TG1-RAI Anna Scafuri, con-duttrice della rubrica Terra & Sapori.
Anche l’aula De Gusto, riservata a degustazioni guidate da professionisti dell’Accademia Italiana della Cucina e dell’Associazione Italiana Sommeliers, ha incontrato il gradimento di gourmet ed appassionati giunti a Muccia dai quattro angoli della regione, ma anche da diverse località del centro Italia.
Molto interessante il confronto con la gastronomia di altre realtà rappresentative di terri-tori interni: la “Comunità Montana della Murgia Barese Sud Est”, nonché Spazio Olme-do&Olmedo, una superficie espositiva dedicata a due centri che si fregiano dello stesso nome, Olmedo appunto, ma situati in due diversi Paesi europei: il primo sardo, l’altro spagnolo.
Un nutrito gruppo di rappresentanti della stampa nazionale, infine, ha avuto la possibilità di percorrere le strade delle “terre del tartufo” attraverso un tour finalizzato a far conoscere le molteplici peculiarità dell’area.
“Una grande soddisfazione – ha affermato Luigi Gentilucci, Presidente della Comunità Montana di Camerino – perché attraverso questa iniziativa il nostro territorio ha avuto la possi-bilità di esibire le molteplici risorse di cui dispone, che rendono la Marca di Camerino un territo-rio unico e godibile in ogni stagione dell’anno”.