Il succo di mela del Friuli Venezia Giulia presto Dop

L’impianto di trasformazione di Ecomela la Carnica ottiene la certificazione per il sistema gestione qualità. Procede positivamente secondo le previsioni l’iter intrapreso dall’Ati “Succo di mela del Friuli Venezia Giulia” per l’ottenimento del marchio Dop (denominazione di origine protetta) da parte di questo prodotto tipico della nostra regione. Proprio in questi giorni infatti dovrebbe arrivare il via libera dal Mipaf all’ammissibilità del soggetto proponente, passo che fa seguito al parere favorevole espresso dalla Regione Fvg ed inoltrato agli uffici competenti di Roma. Entra così nel vivo la fase dell’istruttoria che prevede successivamente l’esame della documentazione storica e tecnica presentata dall’Associazione temporanea di imprese, che riunisce quattro aziende agricole della provincia di Udine e Pordenone, specializzate nella produzione melicola secondo metodi di agricoltura a basso impatto ambientale. Un ulteriore passo per prepararsi al lancio commerciale del succo di mela Dop è stato l’ottenimento, da parte dell’Istituto di Certificazione internazionale Det Norske Veritas (Dnv), della certificazione di qualità per l’azienda Ecomela la Carnica di Verzegnis, capofila dell’Ati, per la “Produzione e commercializzazione di succhi di frutta e sidro di mela e pera, e aceto di mela a marchio proprio e di terzi”. Attraverso l’impianto di trasformazione dell’Ecomela passa l’80% del succo di mela limpido prodotto in regione e l’acquisizione della certificazione in tempi brevi, dopo una sola visita dell’ente certificatore Dnv, conferma la politica di qualità già perseguita e attuata dall’azienda nel processo produttivo. “Obiettivo principale dell’azienda – spiega Manuela Bazzocchi della M.c. Management Consulting di Udine – era quello di raggiungere una struttura organizzativa capace di soddisfare i propri clienti partendo da una produzione che già di per sé aveva ottenuto diversi riconoscimenti internazionali di eccellenza. Abbiamo iniziato nel 2004 e l’implementazione del sistema di Gestione Qualità, in base alle norme Uni En Iso 9001:2000, si è conclusa a maggio 2005. Ai clienti e consumatori finali vengono date garanzie come livello di standard qualitativo dei processi e conseguentemente, del prodotto realizzato. Con l’obiettivo di garantire maggiormente i clienti e i consumatori vengono effettuati costantemente controlli ulteriori rispetto a quelli previsti dalle leggi vigenti, quali controlli sulle materie prime, analisi periodiche chimiche e microbiologiche sul prodotto in lavorazione, controlli sulle fasi di produzione e sul prodotto finito”. La ditta di Verzegnis è la prima del Triveneto che, pur mantenendo la cultura e le caratteristiche dell’azienda artigianale, è riuscita a far certificare da un istituto internazionale (il più antico al mondo) i processi per la realizzazione dei propri prodotti quali il succo di mela, il sidro e l’aceto sia convenzionale che biologico, secondo le norme internazionali Uni En Iso 9001:2000. Perciò quando otterrà il marchio Dop il succo di mela del Friuli, oltre ad essere protetto con marchio d’origine, sarà già in regola con la certificazione richiesta dalla grande distribuzione organizzata.