Il ''Riso del Delta del Po'' Igp ha il suo Regolamento

È stato pubblicato il regolamento che attribuisce il marchio Igp (Indicazione geografica protetta) al ´Riso del Delta del Po´. La decisione della Ue rafforza il primato emiliano – romagnolo in materia di prodotti tutelati. "L´attribuzione del marchio Igp al ´Riso del Delta del Po´, prodotto in alcuni Comuni delle Province di Ferrara e di Rovigo – ha sottolineato l´assessore regionale all´Agricoltura, Tiberio Rabboni – rappresenta un fatto particolarmente positivo. La decisione comunitaria premia l´impegno di diversi produttori che, con il sostegno degli Enti locali, hanno deciso di tutelare le proprie produzioni di qualità dando vita, nel 1998, ad una associazione per la valorizzazione di questo cereale. La risicoltura è praticata nel delta del Po, zona di altissimo pregio ambientale ma particolarmente fragile dal punto di vista idrogeologico, da diversi secoli; la ventinovesima denominazione attribuita ad un prodotto tipico della nostra Regione, potrà rappresentare una ulteriore opportunità di crescita di un territorio che, anche sul piano turistico, sta incontrando un crescente e meritato successo". Inoltre, "la denominazione ´Riso del Delta del Po Igp´ – ha concluso Rabboni – è stata ottenuta grazie al lavoro congiunto di produttori di due regioni contermini e segue di pochissimo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Ue dell´avviso relativo alla denominazione "Aglio di Voghiera Dop", prodotto di alta qualità tipicamente "ferrarese". Altre denominazioni riferite a produzioni tipiche della Provincia di Ferrara sono in itinere; anche questo, in un momento di difficoltà dell´intero settore agricolo, è un segnale positivo, la riprova della volontà di tanti produttori di continuare ad investire sul proprio futuro di agricoltori".