Il Regno Unito contro l’obesita’

Lezioni di acquisto consapevole nelle scuole

Già promotore di una proposta di legge per tassare cibi e bevande dall'alto contenuto zuccherino Jamie Oliver, chef di fama internazionale e star televisiva inglese, rilancia nella lotta contro l'obesità, in favore di una sana alimentazione (cfr. FreshPlaza del 12/10/2015).

Se "i bambini sono i consumatori del futuro" (così recita una delle massime del marketing) questo è vero anche per i good habits, cioè nelle buone abitudini, come acquistare regolarmente frutta e verdura fresca. Oliver propone così di inserire lezioni di acquisto consapevole all'interno dei programmi scolastici; per educare i bambini, certo, ma pure per un'educazione indiretta dei genitori, gli attuali detentori del portafoglio.

Jamie Oliver, chef, già promotore di iniziative sulla salute (Fonte foto: Facebook – Jamie Oliver).

"L'ingrediente più importante per una sana alimentazione è proprio il momento in cui facciamo la spesa, a patto però di insegnare come acquistare. La maggior parte degli errori alimentari si compiono al supermercato", rivela – come riportato dal Wales On Line – lo chef.

"Il Santo Graal dei supermercati – continua Oliver – è vendere più prodotti freschi. Così questo (educare all'acquisto, ndr) sarebbe per loro un buon affare e sarebbe un bene anche per la salute delle persone".

Intanto, la proposta di una tassa al 20% sulle bevande zuccherate vendute nel Regno Unito guadagna consensi e potrebbe diventare una realtà: ad appoggiarla ora anche il comitato per la Salute di Westminster, mentre resta contrario il primo ministro, David Cameron.

Rielaborazione FreshPlaza su fonte www.walesonline.co.uk