Il progetto ''Endure'' per la protezione delle colture

Lo sviluppo di strategie di protezione delle colture che siano al contempo ecologiche ed economicamente realizzabili rappresenta l´obiettivo del progetto Endure (European Network for the Durable Exploitation of Crop Protection Strategies, ossia Rete europea per l´utilizzo durevole delle strategie di protezione delle colture) finanziato dall´Ue, che è stato avviato di recente. Il progetto riunisce più di 130 ricercatori di 18 organizzazioni europee in una rete di eccellenza che copre discipline tra loro diversissime, quali agronomia, genetica, ecologia, economia e sociologia. Il progetto quadriennale ha ricevuto un finanziamento pari a 11,2 Mio Eur a titolo dell´area tematica «Qualità e sicurezza alimentare» del Sesto programma quadro. «Riunendo le competenze e la conoscenza presenti in Europa, Endure ambisce a diventare leader mondiale nello sviluppo e nell´attuazione di strategie sostenibili di controllo», ha dichiarato il coordinatore del progetto Pierre Ricci dell´Istituto nazionale francese di ricerca agricola. «L´obiettivo è diventare il punto di riferimento primario in Europa rispetto alla protezione delle colture, non solo per gli operatori del settore, bensì per i responsabili delle decisioni politiche». Nel corso del progetto, i partner studieranno la biologia degli agenti patogeni, gli insetti parassiti, le erbe infestanti e la creazione di varietà di colture che presentano una resistenza sostenibile, l´impiego del controllo biologico, la diversificazione spaziale degli ecosistemi agricoli, la gestione delle specie invasive e la gestione integrata delle erbe infestanti. I partner si concentreranno principalmente sullo sviluppo di sistemi innovativi di protezione delle piante. Oltre ad analizzare la loro efficacia agronomica, gli impatti ambientali e i fattori economici, i ricercatori valuteranno tali sistemi sulla base delle percezioni dei consumatori, delle strategie di marketing e delle politiche normative. Il consorzio del progetto ha in mente di sviluppare forti legami con il mondo della scienza, dell´industria, dell´agricoltura e della politica e con altre parti interessate, al fine di promuovere tra tali gruppi un dialogo sulle questioni sollevate dal progetto e assicurare la fattibilità delle soluzioni proposte dal progetto. Per maggiori informazioni consultare: http://www. Inra. Fr/ .