Il premio speciale GranVinitaly assegnato ad un’Azienda spagnola

È la spagnola Segura Viudas di Torrelavit la cantina vincitrice del premio speciale Gran Vinitaly 2006, assegnato nel corso della 14^ edizione del Concorso Enologico Internazionale, svoltosi a Verona dal 29 marzo al 2 aprile, che anticipa di qualche giorno l’apertura della più grande rassegna mondiale dedicata al vino (dal 6 al 10 Aprile, www.vinitaly.com).
Dopo le nove aziende italiane e le tre del Nord America premiate nelle edizioni precedenti, si tratta di una prima assoluta per la Spagna.
La competizione ha confermato anche quest’anno la sua selettività, ed è proprio questa sua caratteristica a renderla la più partecipata al mondo. A Verona sono infatti pervenute domande per 3.493 vini, di questi 3.482 sono stati valutati, 1.047 hanno ricevuto un diploma di Gran Menzione e solo 91 (meno del 3% del totale dei partecipanti) alla fine si possono fregiare di una medaglia, che rappresenta un importante biglietto da visita da spendere sui mercati di tutto il mondo. In totale, sono state attribuite 22 Gran Medaglie d’Oro, 22 Medaglie d’Oro, 23 Medaglie d’Argento e 24 Medaglie di Bronzo.
Oltre al Gran Vinitaly, è stato assegnato il premio Vinitaly 2006 a otto aziende di Canada, Cile, Francia, Germania, Grecia, Italia, Portogallo e Spagna, sulla base del maggior punteggio ottenuto dalla somma delle valutazioni riferite ai migliori tre vini insigniti del diploma di Gran Menzione.
Hanno partecipato alla selezione delle commissioni esaminatrici, presiedute da Giuseppe Martelli, direttore generale di Assoenologi e presidente dell’Union Internationale des Oenologues, le migliori cantine, in rappresentanza di 30 Paesi produttori (dall’Australia al Brasile, fino alla Cina, Israele e alla Turchia)
Per la valutazione dei vini sono stati utilizzati quest’anno oltre 25.000 bicchieri, sono state compilate 21.195 schede di valutazione, pari a 299.540 giudizi parziali.
Per la Spagna si tratta del primo premio Gran Vinitaly dalla nascita del concorso. La Segura Viudas si aggiunge alle altre celebri cantine dell’ Albo d’Oro del Concorso Enologico Internazionale, che sono: le italiane Cantine Marchesi di Barolo (premiata nel 1993), Banfi di Montalcino (1994, 1995, 1996, 2000), Tasca d’Almerita (1997), Cantine Tollo (1999), Azienda Vinicola Miceli (2004) e Cavit (2005), l’americana Ernest & Giulio Gallo Winery (1998, 2001, 2002) e la canadese Vineland Estates Winery (2003).

Sulla base dei punteggi del Concorso Enologico Internazionale viene assegnato ogni anno il Premio Banca Popolare di Verona e Novara, che premia l’azienda veneta o piemontese che ha ottenuto il miglior punteggio di tutte le categorie previste. Vincitore di quest’anno è l’Amarone della Valpolicella doc “Falasco” 2002, della Cantina Sociale della Valpantena in provincia di Verona.

Comunicato stampa del Servizio Stampa Veronafiere
Tel.: + 39.045.829.82.42 – 82.85 – 82.90 – 83.78 Fax: + 39.045.829.81.13
E-mail: pressoffice@veronafiere.it – www.vinitaly.com