Il ''Pinot grigio'' in concorso a Belluno

E' giunto quest'anno alla sua seconda edizione il Concorso Internazionale del Pinot grigio, che lo scorso anno al suo debutto fece registrare un buon successo sia in termini di presenze, tra partecipanti e visitatori, sia di critiche.
Istituito dal Comune di brentino Belluno, territorio notevole per le sue bellezze naturalistiche, storiche e per le sue produzioni enologiche, in provincia di Verona, il concorso è organizzato con il patrocinio de l'Organisation International de la Vigne e du Vin (OIV) e del ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
L'evento si è svolto presso la Cantina Valdadige il 20 giugno prossimo.
Le premiazioni sono previste per la giornata di sabato 1 luglio; seguirà, il 2 luglio, la festa dei vini Doc Valdadige.
Offrono la propria collaborazione scientifica il Centro Interuniversitario di Viticoltura e di Enologia di Verona, il Corso di laurea in Viticoltura ed enologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e il Centro Studi Assaggiatori.
Il Pinot Grigio è il vitigno principe della Valdadige: le condizioni di ventilazione e gli sbalzi termici giornalieri durante la fase di maturazione dell’uva sono preziosi per mantenerne i profumi.
La sperimentazione in vigneto ha permesso di conseguire risultati enologici da buoni a eccellenti, perciò la produzione è stata premiata dal mercato italiano ed estero.
Il trampolino di lancio per l’evento internazionale è stato il successo della nuova formula del concorso suddiviso nelle sezioni vitivinicola ed enologica, che culmina con la Festa vini Doc Valdadige.
Il Pinot Grigio infatti è un vino internazionale, che sta ottenendo un grande consenso sul mercato del Nord America.
La competizione è anche un’opportunità rivolta a tutti i produttori di unirsi al mondo dei produttori, e al mondo accademico, per affrontare con maggior forza, con maggior convinzione ma soprattutto con maggior qualità l’offerta di questo prodotto.