Il pesce dell'Adriatico avrà un marchio di qualità

Un marchio di qualita' per il pesce dell'Alto Adriatico e una "Strada" gastronomica per promuoverlo.
Il logo (un pesce stilizzato bianco e azzurro) garantira' che cozze, vongole, crostacei, seppie, calamari e pesci d' allevamento sono doc.
Il marchio di qualita', presentato dalla Regione Emilia-Romagna al Mediterranean Seafood di Rimini, e' stato realizzato nell'ambito del programma Adriafish (che vede la cooperazione con Veneto, Friuli Venezia Giulia, Croazia e Slovenia).
Il marchio certifica la salubrita' e la provenienza del pesce, la produzione con metodi che assicurano la tutela dell'ambiente e l'igiene delle attrezzature utilizzate. E tutela anche il consumatore, consentendogli di confrontare il costo e la qualita' del pesce con altri prodotti sul mercato e di verificare la veridicita' delle informazioni contenute in etichetta.
Per promuovere i prodotti ittici certificati e' stato lanciato il progetto 'Strada del pesce', che coinvolge le province di Ferrara, Ravenna, Forli'-Cesena e Rimini.
E' un'associazione volontaria senza scopo di lucro che impegna ristoratori e pescatori a valorizzare il turismo enogastronomico, la storia e la cultura delle marinerie, il patrimonio sociale legato all'attivita' di pesca, il pesce cosiddetto 'povero'.

Fonte: Ansa