Il Parmigiano Reggiano vincitore del campionato mondiale dei formaggi

Si è chiusa la terza edizione de "Il BonTà" di Cremona e si conferma la formula fieristica più innovativa ed efficace del momento per il settore dell’enogastronomia di qualità.
Sono i numeri a dimostrarlo:
– oltre 300 espositori;
– più di 2.000 tipi di prodotti esposti;
– 16 regioni italiane rappresentate; 7 Paesi esteri presenti
– 21 eventi collaterali tra convegni, seminari di aggiornamento professionale, presentazioni, concorsi;
-l’organizzazione della prima edizione del Cheese of the Year, campionato mondiale dei formaggi con più di 100 tipologie casearie in gara.
E il pubblico degli operatori professionali e dei buongustai ha dato ragione al modello presentato da CremonaFiere: sono stati infatti 38.831 le presenze registrate nei quattro giorni di rassegna, un successo che in parte gli organizzatori si aspettavano: “la preparazione di questa edizione è stata mirata a portare in Fiera solamente espositori di alto livello, perché è di professionalità e qualità che gli operatori del settore hanno bisogno – ha dichiarato Antonio Piva, presidente di CremonaFiere.
Le aziende presenti sono state selezionate attentamente, così come i numerosi buyers italiani ed esteri che sono stati invitati; abbiamo voluto dare una svolta più professionale alla Manifestazione e la soddisfazione che stiamo riscontrando negli espositori è un chiaro segno che le nostre scelte sono state azzeccate”.
La valorizzazione della qualità, quindi, come punto fermo de Il BonTà.
“Con la pirateria alimentare sui prodotti italiani che si riscontra all’estero in questo periodo c’è urgenza di valorizzare la nostra produzione nazionale – continua Piva – e con il BonTà rispondiamo all’esigenza delle aziende italiane di entrare in contatto con distributori e consumatori qualificati per aprirsi nuovi canali commerciali e far scoprire produzioni che troppo spesso sono misconosciute”.
A questo proposito, molto apprezzati da espositori e visitatori professionali i “punti di ascolto” di importanti catene distributive e di un gruppo di buyers provenienti dalla Russia.
In questo modo sono stati facilitati i contatti commerciali e si è dato agli espositori la grande opportunità di presentarsi direttamente ai responsabili degli acquisti di marchi distributivi di rilevanza nazionale e internazionale come Carrefour, Iper, Coop-Consorzio Nordovest e Sigma.
Conosciutissimo, invece, il campione del mondo dei formaggi che è stato incoronato con il Cheese of the Year: il Parmigiano Reggiano della ditta ParmaBio Snc di Brugnoli e Carpanini, un’azienda con sede a Bardi, in provincia di Parma.
Un concorso che ha coinvolto ben 8 Nazioni (Italia, Spagna, Francia, Messico, Grecia, Rep. Slovacca, Croazia, Svizzera) e oltre cento tipologie di formaggi.
Un evento “gustoso” che è servito non solo a premiare il lavoro dei produttori, ma soprattutto a mettere in luce specialità italiane ed estere molto particolari.
I formaggi che sono stati in mostra sono stati poi donati ai frati e alle cucine benefiche di Cremona.
Molto forte e attiva la partecipazione delle più importanti Associazioni e Istituzioni che operano nel settore agroalimentare, che hanno riconosciuto nella Manifestazione un momento importante per la promozione sia dei prodotti, sia del loro territorio di provenienza.

Concorso "Cheese of the Year"

Il verdetto emerso dalla prima edizione del "Cheese of the Year", il campionato mondiale dei formaggi, ha visto al primo posto il Parmigiano Reggiano presentato da Parmabio Snc di Brugnoli e Carpanini, un’azienda con sede a Bardi, in provincia di Parma.
La giuria internazionale del Cheese of the Year, presieduta dal dottor Corrado Barberis, presidente dell’Istituto Nazionale di Sociologia Rurale, ha giudicato il prodotto dei caseari parmigiani come il migliore tra gli oltre 90 in concorso, provenienti da 7 Paesi esteri (Francia, Spagna, Svizzera, Grecia, Messico, Repubblica Slovacca, Croazia).
Riconoscimenti particolari anche per i formaggi stranieri, tra i quali hanno impressionato il "Queso Cotija" proveniente dal Messico e il "Bryndaza" della Repubblica Slovacca.
Il Cheese of the Year, nato con l’obiettivo di valorizzare il prodotto tipico di alta qualità, si è dimostrato un valido strumento per portare a conoscenza delle migliaia di operatori e buongustai presenti a Il BonTà i migliori formaggi del mondo. Molto interessati, infatti, gli operatori della grande distribuzione che hanno potuto prendere contatti professionali qualificati per ampliare la propria offerta, dando così l’opportunità ai prodotti caseari meno conosciuti di aprirsi nuovi canali commerciali in Italia e all’estero.

Questa la classifica:

PARMIGIANO REGGIANO:
PARMABIO SNC di Brugnoli e Carpanini – Bardi (PR)

MIGLIOR GRANA PADANO:
Consorzio GRANA PADANO – Latteria Agricola Marmirolo (Mantova)

MIGLIOR PARMIGIANO REGGIANO:
PARMABIO SNC di Brugnoli e Carpanini –Bardi (Parma)

MIGLIOR FORMAGGIO ESTERO
1.QUESO COTIJA REGION DE ORIGEN
ASOCIACION REGIONAL DE PRODUCTORES DE QUESO (Messico)
2.BRYNDAZA
BORKU (Repubblica Slovacca)
3.ZMANSKI
ZAMPERA

FRESCHI E MOLLI
•CACIOCAVALLO SILANO
ANTONIO CORDISCO SRL – San Paolo di Civitate (FG)

STAGIONATI E PASTA DURA
1.CANESTRATO PUGLIESE
ANTONIO CORDISCO SRL – San Paolo di Civitate (Foggia)
2.OVINFORT
THIESILAT SRL – Thiesi (SS)
3.CADELMANNO
AZ. AGR. CA DE ALEMANNI – Malagnino (Cremona)