Il padiglione della Corea del Sud vicino al “milionesimo visitatore”

Quasi 1 visitatore su 6 passa dal Padiglione Corea del Sud, considerato dai sondaggi tra i più interessanti ed attinente al tema “Nutrire il pianeta”

Il prossimo 20 luglio il Padiglione della Corea del Sud celebrerà il milionesimo visitatore: il risultato supera le più rosee aspettative, facendo tagliare al Padiglione un traguardo importante ancora prima di aver compiuto il giro di boa dei primi tre mesi di Expo.

In media il padiglione Corea del Sud è visitato da circa 12.000 persone al giorno, se dovesse continuare questo trend si potrebbe anche raggiungere l’obiettivo di 2 milioni di visitatori, previsto per la fine di Expo.

Secondo i dati forniti dal sito ufficiale di Expo Milano 2015, nei primi due mesi gli ingressi ai tornelli sono stati circa 6,1 milioni: quindi quasi 1 visitatore su 6 ha visitato il Padiglione Corea del Sud*.

Alto è anche l’indice di gradimento: secondo dei test sui visitatori, effettuati da alcuni tra i principali quotidiani italiani, quello della Corea del Sud è considerato tra i Padiglioni più interessanti, che stimola nel pubblico l’interesse turistico nei confronti del Paese e segue in maniera attinente il tema di Expo 2015 “Nutrire il pianeta”.

L’apprezzamento e il notevole flusso di visitatori è un mix di molteplici fattori:

L’architettura

Il Padiglione è ispirato al “Vaso Luna”, che rappresenta visivamente, con la sua forma ovale, la tradizionale ceramica coreana in cui si conservano ancora oggi i cibi fermentati come i jeod-gal (frutti di mare sotto sale) e i jang (salse e paste).

La tecnologia

Le suggestive ed emozionanti installazioni olografiche, gli evolutissimi schermi robotici interattivi e i bracci meccanici sono un altro fattore di successo, apprezzato dai visitatori.

I contenuti

Altro fattore determinante è il contenuto esplorato nel Padiglione: attraverso le tre domande su cui si basa il percorso, “Cosa dobbiamo mangiare? Come dobbiamo mangiare? Fino a quando possiamo mangiare in modo sostenibile?”, il visitatore viene condotto a riflettere sul rapporto tra cibo e salute e sul legame tra tradizione alimentare e futuro. Viene inoltre fornita una soluzione per nutrire il pianeta: è l’Hansik ed è l’alimentazione nazionale coreana che si basa sui concetti di Armonia, Fermentazione e Conservazione.

Il personale

A contribuire notevolmente è il personale del Padiglione che cerca di agevolare la visita, spiegando i contenuti ai visitatori, sia verbalmente sia attraverso dei materiali informativi distribuiti all’ingresso, in modo da esporre nella maniera più chiara possibile il pensiero coreano.

Il cibo

Una vera scoperta ed una sperimentazione per i visitatori è proprio il cibo del ristorante del Padiglione, che propone ovviamente anche gli alimenti fermentati (Hansik), alla base della loro cucina.

Lidia Mirrione PR Account