Il museo della ceramica di Faenza unisce all'arte il vino

Per tre giorni, da domenica 28 a martedì 30 maggio 2006, gli appassionati del vino e gli specialisti del settore, potranno degustare i prodotti nelle sale del Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza.
A farla da padrone tra i 65.000 pezzi della collezione faentina, dalla preistoria fino a Picasso, da Fontana alle ultime espressioni dell’arte contemporanea, saranno Sangiovese, e Albana.
Sono 7 le super premiate etichette del “Convito di Romagna”: Tre Monti, Stefano Ferrucci, Fattoria Zerbina, Calonga, Tenuta La Palazza, San Valentino e San Patrignano.
Questi vini in pochi anni hanno conquistato un posto di rilevo nel panorama dell’enologia italiana ed internazionale.
Da non dimenticare i prodotti degli altri vitigni autoctoni e internazionali che arricchiscono vigne e cantine dei membri del Convito.
“Con il lavoro del nostro consorzio abbiamo dimostrato che questi prodotti raggiungono livelli di assoluta eccellenza – spiega Cristina Geminiani, Presidente di turno del Convito e proprietaria di Fattoria Zerbina – esprimono in pieno le caratteristiche del terroir dove nascono, così come ha fatto la tradizione artistica della nostra ceramica, che ha permesso di far conoscere in tutto il mondo la cultura, la creatività della Romagna”.
Si comincia domenica 28 (dalle 14.30 alle 19.00) con un pomeriggio dedicato al pubblico.
Gli appassionati visiteranno il museo e gli stand del Convito, dove potranno degustare i vini e incontrare e conoscere wine maker e produttori.
Le giornate di lunedì 29 e martedì 30, saranno riservate esclusivamente a specialisti e operatori del settore enogastronomico.
Per loro il Convito ha preparato un’iniziativa importante: nel pomeriggio una verticale dei Sangiovese di ognuno dei produttori dell’associazione.
Per le tre serate sette importanti ristoranti della zona hanno preparato uno speciale menù degustazione, sposandolo con una delle cantine del Convito. Ce n’è per tutti i gusti: dall’Osteria della Sghisa a quella de La Baita, dal Ristorante Angusto al Noè Vino e Cucina, da San Biagio Vecchio alla Trattoria di Strada Casale o a La Grotta.

Comunicato stampa
San Patrignano

Per informazioni e prenotazioni:

Tre Monti – tel. 0542 657116

MIC (Museo Internazionale delle Ceramiche)
in via Campidori, 2 Faenza – tel. 0546 697311
Ingresso con degustazione e a piacere visita guidata: 7 euro
I tour guidati sono alle 15.30 e alle 17.00

Osteria della Sghisa, Via Emiliani, 4/A – tel. 0546/668354
Noè Vino e Cucina, C.so Mazzini, 54/3D – tel. 0546/660733
Ristorante Angusto, V.le Baccarini, 21/a-b-c –tel. 0546/681327
Osteria La Baita, Via Naviglio, 25/C – tel. 0546/21584
Ristorante San Biagio Vecchio, Via salita di Oriolo, 13 – tel. 0546/642057
Trattoria di Strada Casale, Via Statale, 22 – Strada Casale – tel. 0546/88054 (8 km da Brisighella)
Ristorante La Grotta – Via Metelli, 1 Brisighella – tel. 81829