Il futuro dei buoni pasto è la carta elettronica

Qui Group, azienda leader, presente a Cibus 2010 con un proprio stand

Il futuro dei buoni pasto risiede certamente nel buono pasto elettronico, che soppianterà presto il buono pasto cartaceo, troppo
soggetto a furti, smarrimenti, falsificazioni e, perfino, ad un mercato nero dei buoni. Quindi, anche se oggi la quota di mercato dei buoni pasto elettronici si aggira in Italia intorno al 15%, questa quota è destinata ad aumentare rapidamente. Lo sostiene l’azienda italiana Qui! Group, azienda leader nel settore dei buoni pasto elettronici che ha recentemente siglato contratti con importanti imprese, pubbliche e private.

Qui! Group sarà presente a Cibus 2010 con un proprio stand nel padiglione 6,
n° H002. Obiettivo di questa presenza è quello di illustrare, sia agli
esercenti che ai consumatori i vantaggi della nuovo sistema sviluppato internamente, che permette attraverso un unico PoS di offrire moli altri servizi oltre al buono pasto elettronico.

Qui! Group distribuisce anche carte elettroniche multifunzione che consentono cioè alle aziende di poter “caricare”, oltre al buono pasto, una serie di
servizi che vanno dalla mobilità, alla vidimazione degli accessi del personale in azienda a convenzioni e sconti con vari punti vendita, ricariche telefoniche ed altro ancora. Grazie a questo sistema si accede ad un circuito esclusivo di fidelizzazione che consente a titolare della carta di beneficiare
di sconti in più di 10.000 negozi di tutte le categorie merceologiche in tutta Italia.
Queste nuove card multifunzione, distribuite in Italia esclusivamente da Qui Group, sono già state scelte dalle Ferrovie dello Stato, dalle Poste Italiane, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, da Epam/Confcommercio (Associazione dei pubblici esercizi di Milano e provincia) e via dicendo.
“Un tempo ci si fermava alla barriera, si pagava al casellante e si ripartiva. Poi sono arrivate e prime carte elettroniche e da ultimo il Telepass.
Noi vogliamo fare la stessa cosa con i buoni pasto – spiega Gregorio Fogliani, presidente di Qui! Group – Questo strumento non migliora soltanto l’efficienza ma grazie alla sua multifunzionalità accresce il potere di acquisto delle famiglie e apre nuove opportunità”.

PER INFORMAZIONI:

Silvia Schivalocchi
Comunicazione Qui Group
Tel: 010/576.7566
e-mail:silvia.schivalocchi@quigroup.it
www.quigroup.it