Il food e il wine italiano godono di ottima salute

Lo comunica il Rapporto Ismea-Qualivita

Nei giorni scorsi è stato presentato a Roma il tredicesimo Rapporto Ismea-Qualivita sulle produzioni italiane agroalimentari e vitivinicole Dop, Igp e Stg.
La presentazione del Rapporto è stata l’occasione per organizzare una giornata nazionale della Qualità agroalimentare, iniziativa promossa dal ministero delle Politiche agricole e realizzata da Ismea con l’obiettivo di coinvolgere tutti gli stakeholders sui fattori strategici di sviluppo attraverso l’organizzazione di sette Tavoli di lavoro tematici. Relativamente ai numeri vanno sottolineati quelli che riguardano la quantità certificata, pari a 1,47 milioni di tonnellate di prodotti food e 23 milioni di ettolitri di vino. Complessivamente il valore alla produzione food e wine raggiunge i 13,4 miliardi di euro, per una crescita del 4% su base annua e un peso del 10% sul fatturato totale dell’industria agroalimentare; il valore delle esportazioni è di 7,1 miliardi di euro, con un incremento di oltre l’8% su base annua, per un peso del 21% sul totale dell’export agroalimentare italiano rispetto al 2013. L’Italia rimane leader mondiale per numero di certificazioni con 805 prodotti iscritti nel registro Ue, di cui 282 food e 523 wine (dati al 10 febbraio 2016). Si tratta di un sistema che garantisce qualità, sicurezza e trasparenza anche attraverso i 219 Consorzi di tutela riconosciuti dal Mipaaf, 124 per i prodotti agroalimentari certificati e 95 per i vini Dop e Igp. Nel comparto food nel 2014 è stata certificata una quantità pari a 1,47 milioni di tonnellate (+12,6% sul 2013) che ha permesso di raggiungere un valore alla produzione complessivo di 6,4 miliardi di euro per una crescita del 2,5% rispetto al 2013 (+4,2% l’incremento del valore al consumo). L’export, che copre una quota prossima al 40% della produzione, mostra risultati eccellenti: con 2,8 miliardi di euro, le esportazioni sono cresciute del 13% rispetto al 2013, con una dinamica quasi doppia rispetto al già rilevante risultato dell’agroalimentare totale (+7,7%). Riguardo il settore wine la produzione di vini di qualità in Italia è strutturalmente in crescita. Nel 2014 hanno ottenuto la certificazione Dop 13,4 milioni di ettolitri (+7% su base annua). Una lieve battuta d’arresto si è avuta nel comparto delle Igp, attestate a 9,5 milioni di ettolitri di cui quasi 1 milione è stato esportato all’estero sfuso. La quantità certificata complessiva di quasi 23 milioni di ettolitri vale 7 miliardi di euro alla produzione, pari a un +5% su base annua. Le esportazioni di vino Dop e Igp hanno raggiunto un valore complessivo di 4,3 miliardi di euro (+4%): negli ultimi cinque anni il valore all’export ha avuto incrementi complessivi di oltre il +30% sia nel segmento delle Dop che delle Igp.