Il Consiglio europeo si riunirà per
discutere sulla ''Costituzione europea''

A metà giugno si riunirà a Bruxelles il Consiglio europeo per fare il punto della situazione circa la Costituzione europea.
Intanto Javier Solana, l'alto rappresentante della politica estera Ue, invita alla calma e alla fiducia nel processo di ratifica.
Se il no della Francia deve far riflettere, l'ideale originario che ha portato alla nascita dell'Unione europea non deve essere dimenticato: aggregazioni di valori e superamento dei tragici conflitti per la pace e il benessere comune.
Vero è che le economie europee stanno attraversando una fase di stagnazione, e all'introduzione della moneta unica sono imputati gli aumenti dei prezzi di beni e servizi, soprattutto di quelli considerati dalle famiglie di prima necessità. E proprio la quotazione dell'euro sui mercati internazionali è stato il primo bersaglio della mancata ratifica alla Costituzione UE della Francia. L'euro dopo il "no" si è infatti deprezzato raggiungendo livelli mai toccati da ottobre scorso: il minimo di seduta è stato di 1,249. Ulteriori ribassi sono ancora possibili, in vista dei risultati del referendum olandese.