Il cioccolato fa bene al sistema cardiocircolatorio

Il cioccolato fa bene.
In questi ultimi anni in molti avevano avanzato questa ipotesi.
I semi di cacao, infatti, contengono delle sostanze, i flavonoidi, che riducono l’aggregazione delle piastrine rendendo più fluido il sangue, favorendone la circolazione all'interno dei vasi e contribuendo così a mantenere il cuore in salute. Almeno secondo i ricercatori della Johns Hopkins University.
Un gruppo di pazienti, che era stato coinvolto in uno studio clinico, non ha saputo resistere alla tentazione di mangiare del cioccolato mentre era stato loro espressamente vietato. Cadere in tentazione ha significato per questi malati l’esclusione dallo studio.
I "peccatori" sono stati scoperti perché i loro valori di aggregazione piastrinica erano più bassi rispetto a quelli degli altri volontari arruolati nello studio. Inizialmente i medici hanno sospettato che questo sottogruppo di volontari avesse assunto dell’aspirina senza dichiararlo, falsando così il risultati degli esperimenti in corso. In realtà si trattava di una vera e propria marachella da bambino che si fa trovare con le mani nella marmellata: alcuni dei volontari non avevano rinunciato alla loro dose quotidiana di cioccolato fondente.
In seguito a questa scoperta accidentale i ricercatori hanno disegnato uno studio il cui obiettivo era quello di indagare più a fondo sugli effetti del cacao sulla circolazione sanguigna; lo studio è stato presentato al congresso dell’American Heart Association tenutosi recentemente a Chicago.
"Mangiare regolarmente cioccolato in quantità moderate – circa 20 grammi – come parte di una dieta equilibrata può essere d’aiuto per il sistema cardiocircolatorio; i benefici alla salute vengono dalla massiccia presenza, nel cioccolato fondente, di flavonoidi: sostanze antiossidanti con una spiccata attività nella riduzione delle placche aterosclerotiche che aiutano a mantenere la salute dei vasi sanguigni ", ha sostenuto Diane Becker, una delle autrici dello studio.