Il 2014: record storico per le esportazioni di prodotti agroalimenta

Bilancio più che positivo nel 2014 per le imprese italiane all'estero, che consentono all'Italia di portare l'avanzo commerciale sulla cifra record di 43 miliardi di euro, complice anche il più basso livello di importazioni degli ultimi 4 anni.

"I segnali positivi che vengono dalle nostre imprese testimoniano la forte capacità di presidio dei mercati esteri, anche in una situazione congiunturale complessa a livello nazionale", commenta Gaetano Fausto Esposito, Segretario Generale di Assocamerestero.

A ben guardare sono proprio le società del Made in Italy a trainare il commercio estero, con un recupero per l'agroalimentare e l'elettronica. Guadagnano terreno i settori dei mezzi di trasporto (+309 milioni di euro) e della meccanica, che supera quota 50 miliardi, pari a circa il 60% dell'attivo Made in Italy.

Nel 2014 c'è stato un record storico per le esportazioni di prodotti agroalimentari e bevande nazionali, che ha raggiunto il valore di 34,3 miliardi, con un aumento del 2,4% rispetto all'anno precedente. "Un risultato ottenuto – si sottolinea – nonostante le difficoltà che si sono registrare a seguito dell’embargo russo che ha sancito a partire dall'8 agosto il divieto all'ingresso di una lista di prodotti agroalimentari che comprende frutta e verdura, formaggi, carne e salumi ma anche pesce.