I prodotti della Toscana attirano l'interesse del Giappone

In previsione nel 2010 la "Settimana della qualità Toscana a Tokyo"
Dal mercato giapponese giungono nuove opportunita' per il settore agroalimentare toscano e in particolare per l'olio di oliva extravergine a garanzia di origine territoriale. E' quanto emerge dalla missione economica della Regione Toscana in corso a Tokyo.
Una multinazionale della produzione e distribuzione di prodotti alimentari, infatti è interessata ad importare dalla Toscana l'olio di oliva di qualità nel mercato giapponese.
"I prodotti toscani di qualita' sono molto richiesti a Tokyo e in Giappone'', ha detto l'ambasciatore italiano Vincenzo Petrone nel corso dell'incontro con la delegazione toscana guidata dall'assessore Ambrogio Brenna composta oltre che dalla Camera di Commercio di Prato, da oltre 90 imprese toscane. ''Sarebbe assai importante – ha sottolineato – se approfittando di questa attenzione verso la Toscana, che nasce sia dalla riconosciuta qualita' delle vostre produzioni che dalle numerose iniziative che voi svolgete con continuita' in Giappone, la Regione decidesse di organizzare nel 2010 la 'Settimana della qualita' Toscana a Tokyo', puntando sui settori di maggior interesse in questo momento che sono tutto il settore dell'agroalimentare, l'arredamento per la casa e gli articoli da regalo. La Toscana e', di sicuro, la regione piu' presente in questo paese''.

''E' un'opportunita' che la Toscana deve cogliere. Se le imprese toscane sono interessate noi faremo la nostra parte per realizzare a Tokyo la settimana Toscana. Questo e' senz'altro il momento giusto – ha precisato l'assessore Brenna – e la Regione fara' quanto serve per cogliere questa opportunita' a condizione che si riesca ad organizzare una missione di sistema che non resti un fatto isolato, ma si inserisca all'interno di un piano promozionale articolato e continuativo negli anni''.