I neuroni potrebbero essere la causa dell’obesità

La notizia arriva dai ricercatori della Yale University.
In uno studio pubblicato su "Pnas" spiegano che tutto dipende dallo sviluppo pre-natale: nel corso della formazione dei circuiti neuronali, le terminazioni nervose deputate alla segnalazione del senso di sazietà nascerebbero, in alcuni soggetti, piu' "lente" che in altri nel segnalare al resto del cervello quando iniziare a bruciare le calorie introdotte: sarebbe questo il motivo che farebbe si' che le persone diventino obese pur mangiando poco.
Se così fosse, la tendenza a ingrassare – che puo' portare fino all'obesità – è scritta nel patrimonio genetico e per questo motivo c'e' chi puo' liberamente lasciarsi andare a pizze, lasagne e fritture e chi, invece, pur stando attento all'alimentazione tende a mettere su chili di troppo.