I cuochi napoletani, “Ambasciatore del Gusto”

Napoli, gennaio – I grandi cuochi napoletani possono contribuire a creare ricadute positive nei rapporti tra industria e alta ristorazione.
Lo testimonia una ricerca condotta da un gruppo coordinato da Vincenzo Fogliano, docente presso la facolta' di Agraria dell'universita' "Federico II" di Napoli, per la sezione Industria Alimentare dell'Unione Industriali di Napoli, con il finanziamento della Camera di Commercio di Napoli.
Lo studio parte dal presupposto che il territorio campano sia uno dei piu' eccellenti nella tradizione alimentare, sia per le materie prime utilizzate, sia per la capacita' di trasformazione industriale dei prodotti alimentari.
Partendo dalla descrizione di quattro prodotti locali, pasta secca, conserve di pomodoro, frutta secca e cioccolato, e ricostruendo le relazioni tra le varie componenti della filiera per ogni prodotto, e' stato sperimentato il nesso tra l'industria alimentare e la ristorazione d'eccellenza nel territorio della provincia di Napoli grazie all'impegno dei grandi chef.
La ricerca costituisce quindi uno strumento per conoscere meglio i prodotti, descriverne le caratteristiche di qualita' e fornire alle istituzioni che definiscono le strategie, un quadro di intervento per progetti mirati di promozione e valorizzazione del settore.

Fonte:(AGI)