''Gran Maestri del Risotto'', e la cucina diventa arte

Si è presentata alla stampa specializzata, il 20 aprile 2005, l’associazione Gran Maestri del Risotto, l’unione – non solo – professionale di otto chef delle province di Vercelli, Asti, Alessandria e Novara, otto grandi appassionati , oltre che esperti conoscitori di un elemento cardine della nostra cucina, il riso.
Il battesimo è avvenuto nell’affascinante e preziosa cornice del Principato di Lucedio, luogo noto per l’aura misteriosa che lo circonda, in un periodo dell’anno molto particolare per la terra vercellese, quello delle risaie allagate.
In questa atmosfera in bilico tra tradizione e storia, per bocca del loro portavoce Angelo Silvestro, i Gran Maestri del Risotto hanno dichiarato che la loro è un’unione voluta dalla stretta amicizia che li lega e, soprattutto, dalla voglia di valorizzare nella maniera più efficace l’elemento riso.
L’associazione nasce nel Gennaio 2005 e, prima di questa presentazione ufficiale, aveva già esordito sul ‘campo’: il Vinitaly, nel Ristorante Piemonte, fortemente voluto dalla Regione.
In corso di definizione gli obiettivi e i propositi più concreti dei GMR, ma, a detta anche delle numerose autorità presenti questa mattina, si prevedono importanti iniziative per la promozione della cultura e della tradizione territoriale.
I soci fondatori dell’Associazione sono:
Piero Bertinotti del Pinocchio i Borgomanero (Novara)
Gianluigi Giachino della Cascina Martini di Corteranzo di Murisengo (Alessandria)
Patrizia Grossi della Torre di Casale Monferrato (Alessandria)
Massimo Milan della Cascina dei fiori di Borgovercelli (Vercelli)
Giuseppe Sardi del Grappolo di Alessandria
Giovanni Sarzano del Bivio di Quinto Vercellese (Vercelli)
Giuseppe Silano del Giardinetto di Grazzano Badoglio (Asti)
Angelo Silvestro del Balin à l' ostu dal babi di Livorno Ferraris (Vercelli)

Alessandro Tibaldeschi