Gragnano – Al via “maccheronica”, per valorizzare le eccellenze campane

Ad ottobre l'evento fortemente voluto dal Consigliere regionale Alfonso Longobardi.

«Come avevo annunciato nelle scorse settimane, dopo gli impegni assunti per il rilancio del territorio e delle nostre peculiarità enogastronomiche, entra nel vivo il Progetto "Eccellenze Campane"». Lo ha annunciato Alfonso Longobardi, Vicepresidente della Commissione Bilancio della Regione Campania.
«Nel bilancio regionale – spiega Longobardi – grazie ad un mio emendamento è stato istituito un apposito fondo triennale (2016/2018) e proprio grazie a queste risorse strategiche e strutturali si possono programmare ed organizzare eventi di promozione dei prodotti tipici locali. La prima tappa del Progetto di valorizzazione delle "Eccellenze Campane" si terrà a Gragnano ad ottobre. L'evento, denominato "Maccheronica ", sarà una grande vetrina per le aziende del territorio che potranno promuovere gratuitamente i prodotti tipici locali. Sarà una grande chance di visibilità per la filiera dell'agro-alimentare che ha nel comprensorio Monti Lattari/Penisola Sorrentina/Costiera Amalfitana uno dei punti più importanti della Campania.

Sono particolarmente orgoglioso del fatto che la mia Città, Gragnano, terrà a battesimo il primo passo del cronoprogramma previsto dall'amministrazione regionale guidata dal Presidente Vincenzo De Luca nell'ambito della valorizzazione delle Eccellenze della Campania. Giovedì mattina al Comune insieme ai tecnici degli uffici regionali preposti ed ai professionisti della società regionale Sviluppo Campania metteremo a punto i dettagli dell'evento che vedrà in prima linea i pastifici, i produttori di vino, i caseifici, le imprese dell'enogastronomia. Alla riunione operativa parteciperà anche il dottor Mario De Rosa, responsabile dell'informazione multimediale del Presidente della Regione Campania. Lo sviluppo del nostro territorio deve tener presente la sua vocazione naturale e le bellezze paesaggistiche culturali, oltre all'incredibile ricchezza della filiera agroalimentare e dei prodotti tipici. Avanti tutta per un nuovo riscatto socio economico».