Gli auguri del Presidente Napolitano per ''Empower''

I lavori saranno aperti a Bergamo, giovedì 9 alle ore 10.00, presso il Centro Congressi di viale Giovanni XXIII, da Claus Sorensen, Direttore Generale della Commissione europea e dai discorsi introduttivi del prof. Wolfgang Lutz e dal prof. Mario Monti. Bronislaw Geremek, deputato europeo e già ministro degli esteri della Polonia, ricorderà la transizione democratica nei paesi dell'Europa centrale e orientale in occasione dell'anniversario della caduta del Muro di Berlino.
Parteciperanno ai lavori del Forum fra gli altri gli italiani Maria Guidotti (Forum permanente del terzo settore), Sergio Marelli (Associazione ONG italiane); Flavio Lotti (Tavola della Pace), Teresa Petrangolini (Cittadinanza attiva), Massimo Crucioli (Cilap), Elena Montani (Movimento europeo), Marco del Ponte (European Director of Action Aid International), Sergio Pallavicini (COREIS), Raffaella Bolini (ARCI), Maurizio Gubbiotti (Legambiente), Chiara Cipolletta (Piattaforma italiana delle organizzazioni giovanili), Giorgio Marinoni (Rete Europea degli Studenti Erasmus), Samuele Pii (Gioventù federalista europea), Adriano Farano (Café Babel) ed i Parlamentari europei Andrew Duff, Luis Herrero-Tejedor e Gérard Onesta.
I lavori del Forum saranno presieduti dal direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Pier Virgilio Dastoli, e saranno conclusi nel pomeriggio di venerdì 10 novembre dalla Vicepresidente della Commissione europea, Margot Wallström, responsabile Relazioni istituzionali e strategia della comunicazione.
La Vicepresidente Wallström, alla vigilia del Forum di Bergamo, sarà ricevuta in udienza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Incontrerà poi il Presidente del Consiglio Romano Prodi e il Ministro per gli Affari europei Emma Bonino.
Parteciperà inoltre all'Erasmus Day, evento promosso dal Sindaco di Roma
Walter Veltroni ed assisterà alla firma di una dichiarazione congiunta della Commissione europea e delle associazioni italiane dei poteri locali e regionali per l'attuazione del Piano D (=Democrazia, Dialogo e Dibattito) relativo alla strategia europea di comunicazione.
In occasione del Forum di Bergamo, il Presidente della Repubblica
Giorgio Napolitano ha indirizzato al Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Pier Virgilio Dastoli un messaggio nel quale afferma, fra l'altro, che
"non si dà vera democrazia dove non vi sia partecipazione consapevole del popolo all'esercizio dei poteri di governo. E la partecipazione democratica richiede un alto livello di educazione civica; un continuo dialogo e dibattito fra le istituzioni e i cittadini". " A tal fine – continua il Presidente Napolitano – il Libro Bianco sulla politica della comunicazione, adottato nel febbraio scorso dalla Commissione europea, e i cinque grandi forum promossi dalla Commissione, mirano a creare le premesse per l'adozione, in occasione del vertice straordinario di Berlino del marzo 2007, di misure concrete miranti a una più costruttiva realizzazione dei principi della democrazia partecipativa promossi dal Trattato Costituzionale europeo. La creazione di un sistema di governo democratico esteso a tutte le nazioni europee disposte a condividere elementi importanti della loro sovranità… può ben dirsi una delle avventure più ambiziose mai intraprese dall'umanità. La partecipazione popolare a questa grande, incompiuta avventura -conclude Giorgio Napolitano – è la premessa e condizione necessaria del successo."