Gli americani e l’olio extra vergine d’oliva

Gli Usa si convertono all'olio extra vergine.
La Food and Drug Administration ne ha riconosciuto le proprieta' terapeutiche.
Le etichette dei contenitori di olio extravergine in vendita indicheranno la sollecitazione a "mangiare due cucchiai, circa 23 grammi, di olio extra vergine d'oliva al giorno" perche' "riduce il rischio di danni coronarici" sostituendo i grassi saturi abitualmente consumati.
E' questa, una vera rivoluzione nelle abitudini alimentari degli americani e una grande opportunità di aumentare le esportazioni per i produttori europei: Italia in testa, alla quale seguono, Francia (la Provenza), Spagna, Grecia ed altri Paesi del Mediterraneo.