“Giornata Mondiale del Turismo”(WTD)

A Milano, martedì 27 settembre il ministro del Turismo, Vittoria Brambilla, sarà presente nella sede del Pirellone.

L’edizione 2011 della Giornata Mondiale del Turismo (WTD), curata dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) si svolgerà quest'anno ad Aswan in Egitto.
Il tema di quest’anno “Tourism – Linking Cultures” celebrerà il ruolo che ha il settore turistico nel collegare, attraverso i viaggi, le diverse culture del mondo, favorendo tra gli individui il dialogo, la comprensione, la tolleranza e il rispetto.
In programma, tra le altre attività della giornata, ci sarà un Think Tank dove operatori turistici pubblici e privati, personalità del mondo accademico e dei media avranno la possibilità di confrontarsi su temi legati al titolo dell’evento. Ottimizzare l’interazione tra viaggiatori e comunità ospitanti, unire le culture in conflitto di uno stesso territorio, usufruire dei benefici che derivano dal turismo, saranno alcuni degli argomenti al centro del dibattito.
Il WTD è commemorato ogni anno il 27 settembre, data che coincide con l'anniversario dell'adozione dello statuto dell'UNWTO, avvenuta nel 1970.

A Milano e precisamente al Pirellone si terrà una manifestazione, nel corso della quale il ministro del turismo, Vittoria Brambilla consegnerà un riconoscimento alla carriera al Maestro e Rettore di Alma, Gualtiero Marchesi, oltre a premiare dieci aziende di ristorazione che si sono particolarmente distinte all'estero.
Non ci sarà quindi il Festival della Ristorazione, come annunciato nei mesi scorsi dal ministro Brambilla, ma saranno comunque il mondo della ristorazione e dell'enogastronomia ad essere i veri protagonisti della Giornata.
L'Italia segue la Francia (che proprio in questi giorni propone duemila eventi enogastronomici in tutto il Paese sulla strada della valorizzazione della ristorazione, dei cuochi e dell'enogastronomia. Una vera svolta, "un profondo mutamento di prospettiva, che finalmente include la ristorazione, com'è giusto che sia, nel complesso dell'offerta turistica italiana, riconoscendola come un fiore all'occhiello del nostro Made in Italy".
"Per la prima volta viene riconosciuto alla nostra enogastronomia e alla creatività dei nostri cuochi, un ruolo d'eccellenza nel turismo -così recita una nota del ministero del Turismo, nell'annunciare la Giornata al Pirellone-.
L'enogastronomia è un "linguaggio universale" con cui il nostro Paese parla al mondo intero, è ambasciatrice di italianità fin nei più remoti angoli del pianeta".
Va ricordato che la ristorazione è un settore che garantisce un valore aggiunto di quasi quaranta miliardi e per questo è giusto riconoscerle l'importante ruolo che merita anche come impresa del turismo. Giusto per questo il riconoscimento, sotto il profilo istituzionale, ai nostri grandi chef, per le loro grandi capacità e creatività.
Un passo avanti che va riconosciuto al Ministro Brambilla, che già all'inizio dell'anno, in occasione della Bit, era stata premiata con il "Premio Excellent" da Mario Mancini, direttore di Master Meeting (magazine di opinione sul mondo del turismo), "per l'impegno nel riportare il turismo al centro dell'azione di governo e per la passione nel promuovere la cultura italiana dell'accoglienza".