Giornata mondiale del Latte

La ricorrenza voluta dalla Fao si celebra il 1° giugno o in questo periodo in quasi tutto il mondo per ricordare un alimento consumato da 6 miliardi persone nel mondo.
Il World Milk Day, la Giornata mondiale del latte si celebra dal 2001. L’Italia ne produce circa 12 milioni di tonnellate all’anno, la Lombardia detiene il primato, con il 44% delle consegne nazionali, seguita da Emilia Romagna. Veneto e Piemonte. L’Italia è il quinto Paese produttore europeo di latte vaccino, dopo Germania, Francia, Regno Unito e Paesi Bassi.

Riflettori puntati, quindi, su questo alimento globale, celebrato domani per promuoverne importanza e ruolo nell’alimentazione e spiegarne le fasi produttive, dalla stalla all’industria di trasformazione.

Perché è stata scelta questa data? Come spiega la Fao, a cui si deve la ricorrenza, un certo numero di Paesi già dedicavano una giornata nazionale al latte in questo periodo. Inizialmente era stata proposta la fine di maggio, ma alcuni paesi, come ad esempio la Cina, già troppe ricorrenza in quel mese. La maggior parte dei Paesi ha scelto il 1 ° giugno, alcuni anticipano o posticipano di circa una settimana.

La Federazione lattiero-casearia internazionale (International Dairy Federation, Idf), che raggruppa le associazioni nazionali del comparto ha organizzato per il 1° giugno l’evento virtuale “alza un bicchiere” di latte. L’evento sarà preceduto da una breve intervento di Judith Bryans, presidente dell’Idf, e poi in tutto il mondo si brinderà alla Giornata mondiale del latte (con un bicchiere di latte, ovviamente).

Assolatte in vista del World milk day ha ricordato che sono in calo i consumi di latte in Italia e nei paesi occidentali, ma che basta un bicchiere per fare il pieno necessario di calcio, vitamina B2 e proteine. Si tratta quindi un alimento consumato da 6 miliardi di persone che garantisce la sopravvivenza di 750 milioni di individui, dei quali contribuisce a migliorare le condizioni di vita e la salute.

Pur essendo un prodotto antico, identico da quando è comparso in natura, ricorda semore Assolatte continua a essere adatto alle esigenze del terzo millennio, grazie anche alle innovazioni introdotte dalle aziende del settore; lo attesta il successo del latte ready-to-drink e il boom delle declinazioni healthy e trendy protagonisti su web e social. Il latte, inoltre, è in linea con il fenomeno mondiale del clean label, aggiunge Assolatte, avendo un’etichetta pulita dove non serve la lista degli ingredienti.

A Cremona, la giornata mondiale del latte diventa digital con la partecipazione di figure rappresentative del mondo dell’alimentazione, della medicina, della ricerca, dello sport, dell’informazione, dell’educazione.

L’iniziativa, promossa dalla Libera Associazione Agricoltori Cremonesi e da La Provincia in collaborazione con Anga Cremona e la piattaforma Latte, offrirà con tanti video che si susseguiranno nel corso della giornata per testimoniare le qualità e il radicamento del latte nelle nostre vite sui temi del benessere, della salute e dell’attività sportiva.

Festa del latte – Evento on line
Martedì 1 giugno, ore 11.00
Hybrid Round Table
(presso Hybrid Studio – Cremona fiere)

Tavola rotonda con ospiti in presenza ed in collegamento digitale su sostenibilità della produzione di latte e dei suoi benefici per la salute, il sistema immunitario e la forma fisica.

Durante la giornata verranno lanciati video di testimonial del mondo della politica, scienza, agroalimentare, spettacolo e sport sui benefici del latte e derivati nella dieta.

L’arte del latte

Martedì 1 giugno, dalle ore 14
su latte.news

I contributi video di: Sebastiano Marcarini, cofee specialist

Manuela Fensore e Carmen Clemente, campionesse di Latte Art

Hashtag ufficiale dell’evento: #futurointazzagrande

Premio “Jimmy Compagnoni”

Contest fotografico su Instagram#latteacasamia #worldmilkday21 #giornatadellatte
in premio tre Provoloni Latteria Pizzighettone

Fonte: https://informatorezootecnico.edagricole.it/