Germania, primo Paese UE ad avere il passaporto biometrico

La Germania è il primo Paese europeo ad aver introdotto il nuovo passaporto biometrico.
Dal primo novebre il documento è dotato di un chip nascosto nella copertina che contiene dati relativi al viso, come la distanza tra gli occhi, le dimensioni della fronte e del naso.
Dal 2007 il passaporto biometrico avrà anche le impronte digitali della persona.
Il nuovo documento è stato richiesto dagli Stati Uniti.
In Gran Bretagna è il corpo diplomatico a dare il buon esempio. Sir David Manning, ambasciatore britannico negli Stati Uniti, ha ottenuto la settimana scorsa il suo nuovo passaporto, poi da gennaio i documenti biometrici saranno rilasciati a tutti i cittadini britannici.
Gli Stati europei hanno tempo fino ad ottobre del 2006 per mettersi in regola.
Finora altri sei paesi hanno accellerato le procedure, Austria, Belgio, Finlandia, Danimarca, Lussemburgo e Svezia. In attesa di cambiarli, solo i passaporti europei con una banda a lettura ottica, sono validi per entrare negli Stati Uniti senza un visto.
Pensati come misura di sicurezza anti-terrorismo, i nuovi passaporti biometrici con le impronte digitali e dell'iride, serviranno ad evitare l'ingresso di persone non desiderate sul territorio americano.

Fonte: Euronews