Genova e la Liguria, capitali della Dieta mediterranea

Festa di compleanno, con venti candeline, del "Piatto di Nettuno", che dal 1989 si occupa di educazione alimentare con medici e gastronomi. Col patrocinio della Regione Liguria, del Comune e della Provincia di Genova giovedì 26 novembre l’ appuntamento è nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi alle ore 17. Ma sarà una festa anche per Genova e la Liguria, che diventeranno 'capitali della dieta mediterranea'.
Questo infatti il titolo del convegno che vedrà come relatori Giuseppe Samir Sukkar, responsabile dell' Unità operativa di Dietetica e Nutrizione Clinica dell' Azienda ospedaliera universitaria S. Martino di Genova, Eugenio Del Toma, professore emerito di dietologia all' Ospedale S. Camillo Forlanini di Roma, past-President e fondatore dell' Associazione italiana di Dietetica e Nutrizione clinica. Del Toma presenterà la relazione 'Vivere senza diete, ma conoscendo le regole'.
Dopo il saluto delle autorità e quello di Guglielmina Costi Monaci, ideatrice e presidente dell' Associazione, si parlerà, oltre che delle buone abitudini e degli stili di vita appropriati alla preservazione della salute, del perché Genova e la regione Liguria possano vantare il primato nella cucina mediterranea.
Lo filosofia del Piatto è "Cura della salute, gioia della tavola, piacere dell' amicizia".
Alla festa del ventennale saranno toccati tutti e tre i temi; non mancheranno quindi le degustazioni di alcuni piatti tipici:

lasagne al pesto con patate e fagiolini, realizzate da Andrea Della Gatta, presidente del Consorzio del pesto,

torte salate firmate Gianni Rifaldi ( trattoria da Genio ),

minestrone alla genovese di Marcello Destrero, (ristorante Montallegro),

la buridda di seppie, presentata dalla trattoria 'Il Lupo',

dolci antica Genova della pasticceria Valle e

per brindare bollicine Millennium delle Cantine Paolo Bosoni di Ortovero.