Future mamme: attenzione al bisfenolo-A

Lo studio, con bisfenolo-A nella plastica +80% rischi aborto

Sos per le future mamme che consumano cibi in contenitori di plastica: ad essere sotto accusa è il bisfenolo-A (Bpa), sostanza chimica comunemente contenuta in pacchetti, incartamenti e scatolette, già nota per la sua tossicità.
Il nuovo allarme arriva dagli Stati Uniti dove, secondo uno studio, alte concentrazioni della molecola tossica nel sangue della donna incinta accrescono il rischio di aborto dell'80%.
In realtà, perché la molecola entri in circolazione è sufficiente il contatto con il materiale incriminato: per chi è in dolce attesa dunque, bollino rosso sui cibi preconfezionati e sulle classiche bottiglie in plastica dimenticate al sole.
Lo studio è stato presentato a Boston in occasione della conferenza annuale dell''American Society for reproductive Medicine'.

(Adnkronos Salute)