Funghi porcini eccezionali? Naturalmente ad Albareto, alla ''Fiera del Fungo''

Dall'8 all'11 settembre 2005 ad Albareto in provincia di Parma si tiene la decima edizione della Fiera del fungo.
Quest'anno è un compleanno speciale per il fungo porcino, che da quando ha ottenuto il riconoscimento Igp (indicazione geografica protetta) dell'area di Albareto (PR), proclama l'amore della Val Taro per uno dei suoi prodotti più ghiotti e raffinati, e lo fa attraverso una grande festa. Quella del 2005 sarà la Decima edizione della Fiera del Fungo di Albareto, ma questa delizia del sottobosco è nota (e gustosamente mangiata) da queste parti fin dal 1700. O perlomeno da allora se ne ha notizia.
Sulla sponda destra del torrente Gotra, sull'Appennino parmense, buongustai lo devono sempre essere stati, è terra di fungaioli. Qui tra querce, castagni e faggi nascono il boletus reticulatus, l'aereus, il pinicula e l'edulis, chiamati nel lessico popolare
"u russu", "magnan", "moro" e quello "del freddo".
Il paese nell'occasione si trasforma, diventa un enorme tributo al prezioso fungo, che a questo luogo ha donato fama e benessere, e le cose sono fatte in grande: non a caso questa fiera considerata oggi la più importante manifestazione dedicata al porcino.
Il prezioso miceto di Albareto condivide l'Igp dal 1993 con Borgo Val di Taro (PR) e Pontremoli (MS) e nel 2002 è stato gemellato con un altro "cugino" di sangue blu, il tartufo di Alba. Ma cosa ha di speciale il porcino di Albareto? Tutto: dal profumo inconfondibile all'aspetto invitante, dalle tinte che vanno dal legno antico al marrone testa di moro, alla versatilità in cucina, dove nascono piatti prelibati che attraggono turisti-gourmet da tutta Italia. Ci sarà modo di gustarne una varietà impressionante nei quattro giorni della fiera, dalla tagliatella al crostino, dallo spezzatino a una prelibata crema il porcino sarà il protagonista di quattro giorni all'insegna del sapore e della qualità. Tanto poi ci pensa un buon trekking nei boschi di Albareto a rimettere le cose a posto…
Una Fiera da non perdere, anche per farsi una buona provvista invernale di funghi porcini da mettere sottovuoto e congelare.
Fra le bancarelle vi sono poi tantissime altre golosità: dai prodotti artigianli ai pinoli raccolti oltre gli Appennini, dove il territorio ricco di pinete regala questo prodotto della natura, ideale per preparare un ottimo "pesto alla genovese".
Per informazioni: Associazione Fiera del Fungo Porcino di Albareto
Via Provinciale 54 – 43051 Albareto (Parma)
Telefono 0525/999231 – 0525/929449 Fax 0525/929459

E-mail: info@fieradialbareto.it

Weblink:www.fieradialbareto.it