Frika (patate e formaggio fuso con erbe)

Ingredienti:


300 g di patate, 40 g di grasso di maiale, 150 g di formaggio grattugiato a pasta dura immaturo , preferibilmente Tolminc (stagionato per circa 60 giorni),
50 g di formaggio grattugiato a pasta dura stagionato, preferibilmente Tolminc (stagionato per almeno 6 mesi), 40 g di erbe miste, tra cui dragoncello, erba cipollina, aneto, origano e levistico-

Procedimento: pela e grattugia le patate, quindi copri con acqua fredda per eliminare l’amido in eccesso. Sciogli il grasso di maiale a fuoco lento in una padella antiaderente. Spremi la maggior parte dell’umidità in eccesso dalla patata grattugiata, quindi aggiungi nella padella e cuoci delicatamente fino a renderla morbida. Aggiungi i due formaggi grattugiati e distribuisci uniformemente sulla patata. Cuoci per 5 minuti, o fino a quando la base è dorata, quindi capovolgi con cura la frika e cuoci per altri 5 minuti (potrebbe essere necessario utilizzare un piatto capovolto per aiutarti a capovolgere la frika senza romperla). Servi caldo con una generosa spolverata di erbe aromatiche tritate

). La frika è un piatto tradizionale di patate e formaggio cotti nel grasso di maiale e servito con un ricco condimento di erbe di montagna. I pastori sono soliti prepararlo sulle Alpi in Slovenia, ma piatti simili si trovano anche sulle Alpi italiane e quelle austriache. È proprio questa la bellezza di questo piatto: non conosce confini, e mette in mostra la cultura che vogliamo condividere. Si riscalda del grasso di maiale in un tegame, si mantecano le patate tagliate a pezzi, e poi si copre il tutto con dei ritagli di formaggio e si fa cuocere lentamente da un lato prima di girare e cuocere il tutto dall’altro. Il modo in cui il formaggio e le patate si caramellizzano è delizioso. Si serve caldo, guarnito di erbe appena raccolte