Fini e gli aiuti dell'UE

Il ministro degli Esteri Gianfranco Fini ha avuto questa sera un colloquio telefonico con il suo collega lussemburghese Jean Asselborn, il quale assumera' il 1° gennaio la presidenza del Consiglio dell'Unione Europea, ed ha discusso con lui sul ruolo che l'Unione Europea dovra' assumere nella programmazione e gestione degli aiuti da destinare alle popolazioni colpite dal maremoto di domenica scorsa.
Una sollecita iniziativa anche dell'Unione Europea era stata auspicata dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, al cui impulso il ministro Fini ha inteso corrispondere incoraggiando la subentrante presidenza lussemburghese ad attivarsi.
Già il 7 gennaio si terra' a Bruxelles una riunione dei ministri europei dello Sviluppo, che verra' dedicata in larga misura ai programmi di aiuto per le aree del sud est asiatico colpite dal disastro. Nella prima riunione del Consiglio Affari Generali, prevista il 31 gennaio, saranno poi i ministri degli Esteri a fare il punto sull'andamento degli aiuti.
I ministri Fini e Asselborn hanno infine concordato sull'opportunita' di indire anche una riunione operativa dei paesi europei, da realizzarsi in una data tra i due appuntamenti gia' in calendario.

Agi