Finalmente la non pasta

E' un primo preparato esclusivamente con verdure.
A mo’ di pasta si utilizzano le rape di barbabietola tagliate a rondelle fini e cotte velocemente, condite con una salsa composta da latte di mandorla, noce moscata, sale, olio extra vergine, barbabietole rosse tagliate con la “mandolina” (un apposito attrezzo per affettare sottilmente le verdure), con l’aggiunta di salvia, timo, prezzemolo, rosmarino, succo di limone. Dopo una cottura di 10’.
Infine “Le mie dolci verdure”, un dolce preparato anche con materie prime che gli ricordano la sua infanzia, come la bacca del giuggiolo, ma nel quale entrano una miriade di altre materie prime quali la patata, la zucca, il finocchio, le scorze d’arancia, la cannella, l’anice stellata e la panna e il cioccolato bianco.
Una nuvola di dolce che solo a sentire gli ingredienti ti rende la vita meno amara. O no?