''Fieragricola'' di Verona, la Fiera
per eccellenza

Giovedì 9 febbraio alle 10,30 all'Auditorium Verdi, a Verona si inaugura "Fieragricola", la principale manifestazione del settore, giunta alla 107° edizione.
Per quattro giorni Fieragricola concentrerà su Verona le attenzioni degli operatori del settore agricolo.
Alla cerimonia inaugurale interverrà il ministro delle Politiche agricole e forestali, Gianni Alemanno, ed il vicepresidente della giunta regionale Luca Zaia.
Fieragricola è un evento nell'evento, un grande palcoscenico che riesce a veicolare attenzione e interesse sul comparto agroalimentare.
Occhi puntati sui suoi padiglioni, sui tre saloni specializzati Agrimeccanica, Zoosystem e Agriservice, che offriranno la consueta eloquente panoramica dell'offerta di mezzi tecnici e della produzione.
Di altissimo livello sempre la rassegna zootecnica, organizzata dall'Associazione italiana allevatori, con i suoi duecento capi delle varie razze bovine oltre a suini, ovini, caprini , bufali ed equini. Avranno luogo in quel contesto i più importanti appuntamenti della genetica europea.
Dai fertilizzanti alle sementi nel salone Agriservice, dove i visitatori troveranno i maggiori produttori mondiali di mezzi tecnici. Ed anche le bioenergie avranno il loro spazio con Bioenergy World dedicato all'utilizzo di energia da fonti rinnovabili. Mentre fa il suo ingresso anche la vivaistica, con la più importante mostra pomologica del 2006, ricca di settecento varietà frutticole.
Nella recente conferenza stampa a Roma, il 25 gennaio scorso, era stato posto l'accento sul nuovo assetto della importante rassegna veronese, grazie al quale, sottolineava il ministro delle Politiche agricole e forestali, Gianni Alemanno "Fieragricola conferma la sua centralità nel panorama agricolo e permette al 'sistema Italia' di lavorare in chiave europea e verso i Paesi dell'Est, dove l'innovazione tecnologica è decisiva".
"L'aumento del numero di espositori con stand, che quest'anno supera le millecentocinquanta unità, e della superficie espositiva netta di oltre cinquemila mq – sottolinea Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere – ci dà ragione degli sforzi fatti per rendere la manifestazione più moderna, dinamica e adatta alle richieste degli espositori e degli operatori agricoli".
Per Luigi Castelletti, presidente di Veronafiere Fieragricola mantiene così il suo primato e il suo ruolo trainante "sia nel favorire l'innovazione tecnologica e l'aggiornamento professionale nel settore agricolo, sia nel sostenere l'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese italiane, che esponendo a Verona trovano una vetrina internazionale per le loro produzioni".

Fonte: Agricoltura Italiana