Festa dei 50 anni per l'ENSE

Il 15 ottobre 2004 l’E.N.S.E festeggia il mezzo secolo di attività con un convegno dal titolo: ENSE: Passato e Futuro, organizzato con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e della Regione Lombardia presso la Sala Assemblea Banca Intesa, P.za Belgioioso, 1–Milano, h.10.00–13.00.
Al convegno ospiti autorevoli daranno voce agli interventi: il Ministro delle Politiche Agricole Gianni Alemanno, Viviana Beccalossi, Assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, Jean François Prevel, Presidente delle Agenzie di Certificazione europee; coordina i lavori il presidente dell’ENSE Astolfo Zoina.
Le sementi e i prodotti di moltiplicazione rappresentano il primo anello di ogni filiera produttiva, quindi risulta importante, per garantire un buon prodotto finale, il livello qualitativo delle risorse impiegate. L’E.N.S.E nel corso di 50 anni, ha rappresentato un punto di riferimento importante per la diffusione di sementi di qualità, contribuendo alla ricerca del settore e assicurando, con la certificazione, qualità e tracciabilità delle produzioni agricole. Per questi motivi intende oggi celebrare con questo convegno il "suo" mezzo secolo di attività, per riflettere su quanto è stato già fatto in passato e porsi alcuni interrogativi sull’evoluzione del significato della certificazione. L’ENSE con quest’evento vuole altresì allargare l’orizzonte rivolgendosi non solo agli specialisti del settore ma anche proponendosi all’esterno, mostrando tutta la serie di attività che lo vedono coinvolto direttamente: dal servizio di certificazione alla ricerca applicata, dalla promozione di iniziative per la diffusione di materiale di moltiplicazione vegetale di elevata qualità alla consulenza ad Organismi nazionali ed internazionali così come ad Amministrazioni pubbliche.

L' Ente Nazionale delle Sementi Elette viene costituito l'11 settembre 1954 e riconosciuto quale persona giuridica con DPR 12/11/1955 n° 1461. In base alla legge 25/11/1971, n° 1096 "Disciplina dell'attività sementiera", che recepisce le direttive comunitarie in materia, l'ENSE è stato riconosciuto Ente di Diritto Pubblico e posto sotto la vigilanza del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Con DPR 1/4/1978 n° 247 è stato compreso tra gli Enti scientifici di ricerca e sperimentazione necessari per lo sviluppo del Paese. Con D.Lgs. 29/10/1999 n° 454 è stato riordinato attribuendogli autonomia scientifica, statutaria, organizzativa, amministrativa e finanziaria e incaricandolo di svolgere i compiti che derivano dall'applicazione delle norme che disciplinano la produzione e la commercializzazione dei prodotti sementieri. L'Ente, avvalendosi di sezioni o laboratori periferici, svolge i predetti compiti ed in particolare:
a) certificazione ufficiale dei prodotti sementieri, anche in conformità delle normative regolanti le certificazioni;
b) analisi e controlli qualitativi delle piantine di ortaggi e dei relativi materiali di moltiplicazione, su richiesta dei servizi fitosanitari regionali ai sensi dell'art. 4 del DPR 21/12/1996 n°698;
c) esami tecnici per il riconoscimento varietale e brevettuale delle novità vegetali di specie agrarie e ortive, prove di controllo, anche previste delle norme comunitarie e per l'iscrizione nel registro nazionale delle varietà vegetali;
d) studi e ricerche su nuove varietà e messa a punto di nuove metodologie per la valutazione tecnologica e varietale delle sementi.
Fonte: www.ense.it