''Extranat'', un progetto Ue in aiuto alle Pmi

Extranat, progetto finanziato dalla Ue, sta sviluppando un metodo innovativo di estrazione dei componenti funzionali dagli scarti della frutta prodotti dall'industria degli alimenti e delle bevande.
La tecnica ridurrà i costi di gestione dei rifiuti, creando nel contempo nuovi mercati per i componenti funzionali estratti dagli scarti della frutta nell'ambito dell'industria alimentare e di quella cosmetica.
Sarà quindi possibile contribuire alla tutela dell'ambiente ed aumentare la competitività dell'industria di trasformazione dei prodotti vegetali. Il progetto Extranat intende far fronte alle sfide dello sviluppo sostenibile nell'industria degli alimenti e delle bevande.
Uno dei principali problemi ambientali per le piccole e medie imprese (Pmi) che trasformano i prodotti vegetali per il settore alimentare è rappresentato dalla gestione e dallo smaltimento dei rifiuti. È noto che la frutta e gli estratti naturali sono parte di una dieta sana e che i loro componenti funzionali quali vitamine, antiossidanti o fibre dietetiche hanno soprattutto proprietà anticancerogene e cardioprotettive. Se trasformati correttamente, gli scarti della frutta possono essere riciclati in prodotti a valore aggiunto: essi contengono infatti una percentuale significativa di componenti funzionali vendibili come estratti naturali puri ad altre industrie che potranno utilizzarli come additivi quali coloranti e aromi naturali.
Riducendo i costi di gestione dei rifiuti ed ampliando la gamma dei prodotti in questo settore, le Pmi potranno misurarsi più efficacemente con la concorrenza delle grandi imprese.
Extranat intende conseguire tale obiettivo sviluppando e attuando un sistema altamente selettivo e rispettoso dell'ambiente per estrarre i componenti funzionali dagli scarti della frutta, impiegando una tecnica denominata estrazione con fluidi supercritici. Quando un gas come l'anidride carbonica viene sottoposto ad alta pressione e poi riscaldato, le sue proprietà fisiche cambiano e si ottiene un fluido supercritico. In questo stato il gas acquista il potere solvente di un liquido e mantiene la sua diffusività.
Grazie alla loro duplice natura, i fluidi supercritici costituiscono un mezzo di trasformazione straordinariamente efficace per una vasta gamma di estrazioni chimiche, biologiche e di polimeri.
L'impiego di fluidi supercritici per i processi di estrazione risulta vantaggioso soprattutto perché sono economici, privi di inquinanti ed il loro smaltimento sicuro è meno costoso rispetto a quello dei solventi organici.
Per quanto riguarda i prodotti ottenibili dagli scarti della frutta, la principale novità di Extranat consiste nell'estrazione selettiva di vitamine e di altri tipi di fitochimici da agrumi, bacche ed altri frutti come pere, mele ed albicocche. Questi componenti posso essere utilizzati come integratori alimentari, prodotti dermatologici e cosmetici, conservanti e coloranti e aromi naturali per gli alimenti. Extranat è un progetto biennale avviato nell'aprile 2005 nell'ambito di Craft, un piano del Sesto programma quadro (6Pq) per le piccole e medie imprese (Pmi) che presentano potenzialità innovative ma opportunità di ricerca limitate.
Il consorzio del progetto Extranat comprende otto Pmi, due centri di ricerca e una grande impresa con funzione di utente finale, con sedi in Spagna, Italia, Ungheria, Francia e Germania.
I principali obiettivi scientifici e tecnici di Extranat sono la progettazione, lo sviluppo e l'attuazione di un metodo affidabile ed accessibile per estrarre fitochimici dai rifiuti dell'industria alimentare, l'analisi delle proprietà antiossidanti ed organolettiche del prodotto finale, nonché la definizione della composizione e dei parametri di qualità di quest'ultimo per soddisfare le esigenze del consumatore finale. I partner Extranat sono convinti che questo approccio innovativo potrebbe essere rapidamente adottato da numerosi operatori del settore, diffondendo in tutta Europa i benefici ambientali, tecnici e socioeconomici di Extranat.
Weblink: www.idetra.com/extranat