Expofooditaly a Shangai

L’Italia nel piatto cinese?
Pare proprio di sì perché questo e altro vuol essere l’Expofooditaly in programma a Shanghai negli spazi fieristici della City, nei giorni 19 e 20 gennaio 2007.
All'evento fieristico partecipano diverse centinaia di imprese interessate a far conoscere l'agroalimentare italiano in Cina.
Il gigante asiatico con oltre un miliardo e300 milioni di abitanti rappresenta oltre il 20% della popolazione mondiale, con il 12-15% della popolazione che è già a livello di consumi europei ed un bacino d'utenza che viene calcolato nell'ordine dei 160 milioni di consumatori.
Le aziende italiane agroalimentari e vitivinicole mettono in mostra il meglio delle nostre produzioni, ma soprattutto hanno la possibilità di contattare direttamente i potenziali acquirenti cinesi interessati ai nostri prodotti.
Ricordiamo che l’agroalimentare italiano contribuisce alla nostra ricchezza per il 5% con 950 mila aziende agricole e oltre 100 mila dedite alla lavorazione e trasformazione alimentari, ma per varie difficoltà burocratiche e non, non è riuscito a decollare come potrebbe e dovrebbe, rimanendo confinato all’ottavo posto nel mondo dell’esportazione.
In questi ultimi tempi si sta assistendo ad un interesse del cittadino cinese verso la dieta mediterranea, e poiché con la Cina si stanno rafforzando i contatti a vari livelli, vedi gli ultimi incontri avvenuti con il nostro Capo del Governo, gli industriali e gli omologhi cinesi, non si poteva ignorare anche il settore alimentare.
Expofooditaly si svolgerà negli spazi fieristici della City (Intex Shanghai), è riservata ai soli operatori del settore e non è ammessa la presenza del pubblico. All’inaugurazione della manifestazione parteciperanno autorità del governo cinese e italiano che si sono interessate ed adoperate a far meglio conoscere l’autentico e genuino prodotto italiano.
Expofooditaly vuole realizzare in maniera concreta e diversificata, rispetto a quanto avveniva finora, un reale mercato dell’agroalimentare e del vitivinicolo italiano tutelando l’intera gamma dei nostri prodotti ed evitando agli stessi possibili imitazioni e contraffazioni del nome e del contenuto, come spesso è avvenuto e avviene, salvaguardando così l’originalità e la genuinità.
Le difficoltà che finora hanno incontrato le aziende italiane dell’agroalimentare e vitivinicole per penetrare nel mercato cinese sono state trattate nella relazione sul sistema distributivo in Cina, relazione che comprende varie voci, dalla distribuzione al marketing dei grandi, medi e piccoli imprenditori, agli adempimenti di legge e tutto ciò che una società importatrice deve affrontare.
L’Expofooditaly nasce per dar modo al “food&drink” italiano di penetrare a pieno titolo in Cina, ha messo a disposizione dei partecipanti una serie di servizi, dalle varie pratiche per registrazioni marchi, analisi per autorizzazione all’importazione, all’allestimento degli stand, alle informazioni valutarie e doganali, oltre ai servizi di traduzione e interpretariato, e anche informazioni sui voli per Shanghai, sulle sistemazioni alberghiere e tutto ciò che può servire per ottimizzare l’iniziativa.
L’evento di Shanghai 2007 è una prima vetrina tutta italiana, e ai partecipanti viene data tutta la necessaria assistenza da parte dello staff di Expofooditaly di Roma e Shanghai, prima, durante e dopo la manifestazione fieristica.
Alla manifestazione di Shanghai si affiancheranno presto le partecipazioni di Expofooditaly ad altre iniziative fieristiche di Mombay, Dubai e Miami, per far meglio conoscere ed appezzare i nostri prodotti agroalimentari.

Clara Di Meglio

Info: 06 274099
info@expofooditaly.com