''Exolea'' in 'Umbria espone gli etravergine di qualità mondiale

Con "Exolea" l’Umbria diventa per tre giorni il centro mondiale della qualita’ dell’extravergine 16 paesi presentano il top della loro produzione.
Circa 200 etichette italiane ed estere in degustazione a Foligno, Spello, Montefalco, Trevi, Giano dell’Umbria e Campello sul Clitunno.
Con Italia e Umbria in prima fila, riconosciute protagoniste del panorama olivicolo internazionale. Ma con la possibilità di fare la conoscenza con etichette provenienti da ben 15 Paesi oltre l'Italia: Francia, Spagna, Grecia, Croazia, Slovenia, Turchia, Egitto, Israele, Giordania, Palestina, Cile, Argentina, Nuova Zelanda, Sudafrica e Australia.
Exolea non vivrà di sole degustazioni. La parte convegnistica si prospetta di altissimo profilo, con esperti nazionali e internazionali ad approfondire le mille tematiche legate al mondo della produzione e del consumo dell’extravergine. Né mancheranno laboratori del gusto che vedranno gli oli in abbinamento con i preziosi tesori del paniere enogastronomico della Valle Umbra.
Il programma della manifestazione è su: www.exolea.net

Si informa anche che presso lo spazio espositivo dell’Organizzazione Esperti Assaggiatori – OEA – i volontari dell’AISM, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla distribuiranno ai visitatori di EXOLEA etichette di vino, olio e altri prodotti agroalimentari. A fronte di un contributo minimo si potranno ricevere dai volontari dell’AISM dieci etichette da collezione donate da circa 400 aziende produttrici di tutta Italia, accompagnate anche da un simpatico raccoglitore. I fondi raccolti saranno destinati a finanziare l’attività di ricerca scientifica sulla sclerosi multipla.
Un’iniziativa di solidarietà a favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e della sua Fondazione rivolta non solo ai collezionisti del settore ma a tutti i partecipanti che conferma l’impegno di OEA,Organizzazione Esperti Assaggiatori, nella lotta alla sclerosi multipla, iniziata già in occasione di Vinitaly 2006.

LA SCLEROSI MULTIPLA

In Italia sono 54 mila le persone con sclerosi multipla. La metà di esse oggi ha meno di 40 anni; la malattia inizia soprattutto tra i 20 e i 30 anni e per lo più colpisce le donne con un rapporto di 2 a 1 rispetto agli uomini.
La sclerosi multipla è una malattia cronica del sistema nervoso centrale spesso progressivamente invalidante. Un processo infiammatorio ricorrente provoca il danneggiamento della mielina, la guaina protettiva che avvolge ed isola le fibre nervose e che permette loro di condurre gli impulsi dalle diverse aree del sistema nervoso centrale alla periferia e viceversa. Fatica, disturbi visivi, urinari, sessuali, sensitivi e motori sono i sintomi più frequenti della sclerosi multipla.
Nonostante i molti passi avanti fatti dalla ricerca scientifica, la causa e la terapia definitiva della sclerosi multipla sono ancora sconosciute. Oggi è possibile formulare una diagnosi rapida della SM e intervenire con farmaci in grado di agire sul suo decorso, ritardando la progressione della disabilità. Ma solo nella ricerca sono riposte le speranze di poter sconfiggere definitivamente la malattia.

L’AISM e la FISM contro la sclerosi multipla
L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla nasce nel 1968. Da subito, gli obiettivi sono tre: offrire servizi alle persone colpite, sensibilizzare e informare sulla malattia, e promuovere e finanziare la ricerca scientifica, l’unica possibilità di trovare un giorno la cura risolutiva.
Nel 1998, in osservanza della legge italiana sugli Enti non profit, nasce la FISM, Fondazione Italiana Sclerosi Multipla che continua a promuovere e finanziare l’attività di ricerca.
La Fondazione, senza ricorrere ad alcun contributo pubblico, finanzia borse di studio e progetti di valore internazionale, i servizi per i ricercatori, gli incontri di studio tra i gruppi di ricerca in Italia e all’estero.
Sostenendo e la persone colpite da sclerosi multipla l’AISM è diventata sempre più grande: oggi conta centinaia di Sezioni Provinciali e di Gruppi Operativi, e oltre 4.000 volontari.

Ufficio Stampa Nazionale AISM
Francesca De Spirito
Tel. 010 2713272 francesca.despirito@aism.it
Valentina Questa
Tel. 010 2713259 valentina.questa@aism.it