Eurochocolate nella prossima edizione diventa ''Equochocolate''

“Equochocolate”, ovvero uno spazio espositivo e commerciale interamente dedicato al cioccolato equosolidale certificato: è una delle novità di “Eurochocolate” 2006, in programma a Perugia dal 14 al 22 ottobre.
Il commercio equo solidale entra ufficialmente nella manifestazione, grazie ad un accordo di collaborazione tra “Eurochocolate”, “Fairtrade-TransFair Italia” (il consorzio senza scopo di lucro che tutela a livello mondiale il marchio di garanzia del Commercio Equo e Solidale), la “Confartigianato Alimentazione” e la “Cna Alimentare”.
Le finalità dell’accordo sono state illustrate stamani, a Perugia, dal presidente di “Eurochocolate” Eugenio Guarducci, dal coordinatore nazionale di “Fairtrade TransFair Italia” Paolo Pastore, da Franco Ruta e Daniela Piccione della “Cna – Alimentare” e da Silvio Bessone, presidente dei cioccolatieri di “Confartigianato Alimentazione”, alla presenza l’assessore alla cultura della Regione Umbria, Silvano Rometti.
In programma durante la manifestazione anche incontri con i produttori di cacao, i trasformatori ed i protagonisti della distribuzione.
“Confartigianato Alimentazione” e “Cna Alimentare”, con cinque cioccolatieri ciascuna, produrranno un tavoletta triangolare di cioccolato equo-solidale che andrà ad accompagnare l’icona simbolo della tredicesima edizione di Eurochocolate: una cazzuola trasparente.
Da qui anche la scelta dello slogan dell’iniziativa “costruttori di dolcezze”.
Saranno messe in commercio durante la manifestazione dieci mila pezzi di tavolette equosolidali, personalizzate secondo il gusto e l’esperienza dei singoli cioccolatieri provenienti da tutta Italia.
“La presenza ad Eurochocolate di Fairtrade TransFair Italia – ha detto Paolo Pastore – aiuterà a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni in cui lavorano i produttori di cacao e ad accrescere le possibilità di nuovi sbocchi commerciali equi e solidali.
Il nostro obiettivo è di unire il pregio delle aziende italiane ai diritti dei lavoratori del Sud del Mondo che chiedono condizioni migliori di vita e di lavoro.
Con il commercio equosolidale è infatti possibile coniugare qualità e solidarietà”.

Weblink: www.eurochocolate.com