''Energia sicura, competitiva e sostenibile''

A Bruxelles, Palazzo Berlyamont, la Commissione europea* si terrà mercoledì 10 gennaio 2007 alle ore 12,30, una conferenza stampa di presentazione del pacchetto Energia/Ambiente.
Relatori:
Il Presidente della Commissione europea JOSE' MANUEL BARROSO
Il Commissario europeo STAVROS DIMAS, responsabile per l'Ambiente
Il Commissario europeo ANDRIS PIEBALGS, responsabile per l'Energia
Si tratta della prima analisi strategica della politica energetica dell’Unione europea, diretta a migliorare il funzionamento del mercato interno, accelerare l’uso delle nuove tecnologie, differenziare e stabilizzare le fonti d’approvvigionamento all’interno e all’esterno dell’UE.
Sarà inoltre presentato un Libro verde sulle opzioni di politica energetica che l’Unione può percorrere per affrontare il problema del cambiamento climatico e sulle prospettive di cooperazione internazionale dopo il 2012.

La conferenza stampa potrà essere seguita in video collegamento

a Roma per la Rappresentanza in Italia della Commissione europe presso il CIDE Centro nazionale di informazione e documentazione europea
via IV Novembre 149 – piano terra (Alle ore 12.00 light lunch di benvenuto)

a Milano presso la sede della Rappresentanza della Commissione Europea, Corso Magenta 59

Al termine della conferenza stampa del Presidente a Bruxelles, presso la Rappresentanza a Roma saranno a disposizione dei giornalisti interessati al fine di fornire informazione e opportunità di chiarimento:

FABRIZIO BARBASO, Direttore generale aggiunto alla Direzione generale dell'Energia e dei Trasporti

MARCO LOPRIENO, della Direzione Generale Ambiente.

*Cos'è la Commissione europea

La Commissione europea (formalmente la Commissione delle Comunità europee) è l'organo esecutivo dell'Unione Europea. È un organo di individui, composto da ventisette componenti, uno a testa per ogni Stato membro, al quale però non sono legati da alcun titolo di rappresentanza. Tra i membri sono compresi presidente e uno o più vicepresidenti. La durata del mandato dei membri è di 5 anni.

La composizione è stabilita dal par.1 commi 3,4 dell'art. 213 TCE riformato dal successivo Trattato di Nizza.

Nomina della Commissione
Il presidente della Commissione è scelto dal Consiglio europeo a maggioranza qualificata; la scelta deve essere successivamente confermata dal Parlamento europeo. I rimanenti ventiquattro commissari vengono nominati dagli stati membri, in accordo col Presidente. Alla fine l'intera Commissione deve essere approvata dal Parlamento europeo.

Struttura e funzioni della Commissione:

La Commissione è un organo collegiale, strutturato all'interno con un ampia delega di funzioni a singoli commissari che rispondono a varie Direzioni generali.

Le deliberazioni dell'istituzione vengono prese a maggioranza del numero dei suoi membri.

Per quel che riguarda i compiti, descritti nell'art 211 TCE, sono

«vigilare sull'applicazione delle disposizioni del presente trattato e delle disposizioni adottate dalle istituzioni in virtù del trattato stesso»

Questa disposizione fa l'istituzione custode e garante della legalità comunitaria, compito che la Commissione esercita nei confronti degli Stati membri grazie al ricorso per infrazione.

«formula raccomandazioni o pareri nei settori definiti dal presente trattato, quando questo esplicitamente lo preveda ovvero quando la Commissione lo ritenga necessario»

Si tratta di un potere di raccomandazione di portata generale, coincidente per estensione col campo d'azione del trattato.

«dispone di un proprio potere di decisione e partecipa alla formazione degli atti del Consiglio e del Parlamento europeo, alle condizioni previste dal presente trattato»

La Commissione europea detiene il diritto d'iniziativa nel processo legislativo, cioè la facoltà di proporre la normativa sulla quale decidono poi il Parlamento europeo ed il Consiglio.

«esercita le competenze che le sono conferite dal Consiglio per l'attuazione delle norme da esso stabilite»

Quale organo esecutivo dell'Unione, la Commissione si occupa altresì dell'attuazione pratica delle politiche comuni, della gestione dei programmi dell'Unione e della gestione del bilancio comunitario. Questa competenza è evidenziata anche dall'art. 202 TCE.

Le riunioni della Commissione si tengono almeno una volta la settimana, di solito il mercoledì nella sede di Bruxelles o in quella di Strasburgo se a Bruxelles vi è un'assemblea plenaria del Parlamento. Le sedute si tengono a porte chiuse e sono riservate, tuttavia gli ordini del giorno delle sedute e i verbali prodotti sono disponibili per la consultazione sul sito istituzionale.

Presidente della Commissione è stato dal 1999 al 2004 l'italiano Romano Prodi. L'attuale presidente è il portoghese José Manuel Barroso.

La Commissione europea ha anche il potere di sanzionare gli Stati membri inadempienti nell'attuazione delle decisioni e per i ritardi nell'approvazione di leggi in recepimento di direttive comunitarie. La Costituzione Europea prevede che, una volta aperta una procedura di infrazione formale (early warning) con un primo preavviso, al secondo richiamo formale lo stato membro venga espulso dall'Unione.

I membri della Commissione europea

I membri della Commissione sono completamente indipendenti e non gli è consentito di ricevere istruzioni dai governi degli stati di provenienza. Questo principio viene sancito dall'art. 213 del TCE:

«[..] i membri della Commissione sono scelti in base alla loro competenza generale e devono offrire ogni garanzia d'indipendenza»
(Trattato Comunità Europea, art. 213 par.1)
«[..] i membri della Commissione devono esercitare le loro funzioni in piena indipendenza nell'interesse generale della Comunità. Non sollecitano né accettano istruzioni da alcun Governo, né da alcun organismo. Essi si astengono da ogni atto incompatibile con il carattere delle loro funzioni »
(Trattato Comunità Europea, art. 213 par.2)