''Einstein al suo cuoco la raccontava così''

Di primo acchito, una persona che legga un titolo di cucina nel quale è citato Einstein, è portata a pensare che cosa abbia a che fare questo scienziato con la gastronomia, che è l'arte di trasformare i cibi.
Invece la scienza c'entra, eccome. Se n'era già accorto il nostro Pellegrino Artusi, autore del volume "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene", diventato un testo fondamentale della cucina italiana.
L'arte di trasformare un cibo in particolare ha a che fare con una precisa branca scientifica, che è la chimica.
A distanza di tempo dall'Artusi e comunque da altri autori che in tempi recenti stanno pubblicando questi libri a contenuto scientifico, un autorevole chimico – il professor Robert Wolke docente dell’università di Pittsburgh e curatore di una rubrica "Food 101" sul ashington Post seguitissima sia dai lettori, sia da cuochi esperti di rilevanza internazionale – divulga questo testo "tecnico", curioso e soprattutto formativo sui tanti perchè del saper ben cucinare.
La cucina, in effetti è laboratorio chimico, dove le materie prime per essere trasformate, necessitano prima di tutto di competenza e delle conoscenze tecniche di base, nonché delle reazioni chimiche che si possono scatenare per le mutazioni dovute alla trasformazione delle materie prime.
"Einstein al suo cuoco la raccontava così", questo è il titolo del libro, contiene centinaia di domande, alle quali l'autore nel tempo ha risposto che sono chiaramente informative.
E' il risultato di una grande esperienza che l'autore divulga in questo libro che tratta della chimica in cucina, con l'aggiunta di istruzioni pratiche per ottenere i migliori risultati.
Domande che sono state poste all'autore nel corso della sua carriera giornalistico-scientifica e che ora ha dato alle stampe per trasmettere il proprio sapere a favore della collettività mondiale.
Le previsioni circa il successo di questo genere di pubblicazione, sono più che rosee, poichè – come si sosteneva poco sopra – più che di ricettari, si ha bisogno di apprendimento delle tecniche di base e di una pratica conoscenza delle reazioni che un certo comportamento in cucina, possono scaturire.
Infine, con la collaborazione della moglie Marlène Parrish, offre ai lettori anche gustose ricette casalinghe.
Non c'è che dire; il chimico-scienziato Wolke, con il suo libro riafferma – semmai ve ne fosse bisogno – che il cucinare non è una banale operazione manuale, bensì il risultato di una somma di competenze che permettono di diventare abili in cucina. Al di là dell'estro e della fantasia personali.

Danila ORSI

Robert L. Wolke
"Einstein al suo cuoco la raccontava così"
Edizioni Apogeo, 264 pagine
Prezzo, € 12,00