ed ora Paestum ha una sua ''Guida gastronomica''

Piana del Sele, mare, Cilento, prodotti tipici di grande qualità. Tutto questo e' Paestum, area campana famosa in tutto il mondo per il suo ruolo archeologico. E proprio per scoprire meglio Paestum, per approfondire gli aspetti meno conosciuti, arriva la "Guida gastronomica di Paestum, mozzarella di bufala e carciofo", scritta da Paola Desiderio con la prefazione del giornalista Luciano Pignataro.
Nella guida e' possibile trovare i produttori, gli agriturismi, i ristoranti, le associazioni, i punti di vendita, i bar e i wine bar. E ancora, l'artigianato, i numeri utili, i siti web e le indicazioni su cosa c'e' da vedere e dove dormire.
D'altra parte Paestum e' un complesso archeologico conosciuto un po' da tutti, ma grazie al volume si scopre che essa e' circondata da decine di altre cose da vedere tra cui Capodifiume*Weblink: www.storia.unina.it, una rete di alberghi moderni attrezzati e collaudati dalla banchettistica e dalla convegnistica, numerosi ristoranti in cui si coniuga la tradizione dei sapori con le esigenze di una presentazione moderna, alleggerita, oltre che abbinata alla cultura del bere bene, comune a tutta l'Italia.

(Ansaweb)