E' on line il bio-algoritmo che studia il Dna

Meno ricco di geni di quanto si pensasse, ma molto piu' complicato di quanto finora stimato.

Il genoma umano, puzzle di decine di cromosomi, migliaia di geni e miliardi di pezzi di Dna, potra' ora essere scandagliato piu' in profondita' grazie ad un progetto dell'Universita' di Stanford che da ieri ha messo a disposizione di genetisti e biologi di tutto il mondo un database on-line dove scambiare dati e informazioni. Si chiama ''Great'' il sito web http://great.stanford.edu che gli studiosi americani hanno aperto all'esplorazione delle ''regioni oscure'' del patrimonio genetico di uomini, ma anche di rane, topi, mosche e di molte altre forme di vita umane. ''Great'', oltre al nome, ha di ''grande'' l'ambizione: portare alla luce ampi frammenti di Dna che di solito non vengono osservati, ma che potrebbero riservare piu' di qualche sorpresa sull'evoluzione della vita sulla terra.